London Gatwick LGW

Gatwick con Wizz Air? Ed easyJet?

Tempo di lettura 3 minuti

L’aeroporto di Gatwick come qualsiasi altro aeroporto ha come unico obbiettivo far ripartire e crescere il traffico passeggeri, come è giusto che sia London Gatwick lavorerà con ogni compagnia aerea che potrà e sarà disponibile a farlo.

Stewart Wingate amministratore delegato di London Gatwick airport, chiede il ripristino delle regole sui diritti di atterraggio, ovvero gli slot, la 80/20, “Use it or lose it, potrebbe sembrare che LGW si smarchi da easyJet ma non è così, ma è chiaro che abbia tutte le intenzioni di affiancare Wizz Air che è intenzionata a crescere a LGW.

Stewart Wingate, CEO London Gatwick airport

Wingate afferma che il ripristino della 80/20 dopo non appena le restrizioni per i viaggi da e verso il Regno unito verranno rimosse, aumenterebbe la concorrenza, oggi il numero di passeggeri è diminuito dell’86% e compagnie aeree come British Airways, Virgin e Norwegian, potrebbero non tornare più ad operare da Gatwick.

Stewart Wingate, ha dichiarato in un’intervista che è “vitale” che le compagnie aeree restituiscano gli slot che non intendono utilizzare.”È fondamentale che il settore torni a utilizzare la regola degli slot 80/20 per l’inizio della stagione estiva, ciò garantirebbe che il mercato dell’aviazione sia competitivo e che le compagnie aeree siano incentivate a scambiare o restituire le bande orarie inutilizzate in modo che altre compagnie aeree possano invece farle volare, compresi i nuovi operatori del mercato”

A settembre 2020 la sospensione delle regole sugli slot sono state sospese per altri sei mesi, fino a marzo del prossimo anno, in caso di Brexit senza accordo, sarà il Regno Unito a decidere se prorogare o sospendere la deroga e ad avere anche l’autorità di stabilire nuove regole.

Gli slot sono da sempre “merce di scambio” hanno un loro valore, per alcuni aeroporti anche molto alto, e creano valore in un bilancio di un vettore, che può anche cederli o affittarli, creando un flusso di cassa aggiuntivo.

Nel caso in cui però venga ripristinata la regola “use it or lose it“, gli slot non utilizzati per almeno un 80% tornerebbero all’autorità designata per l’assegnazione degli slot che li ridistribuirebbe ai vettori che ne faranno richiesta, in base a regolamenti che sono diversi da nazione a nazione, a volte anche per aeroporto.

Airlines UK è ovviamente contraria,”continua ad essere assolutamente necessaria, fondamentalmente assicura che non stiamo emettendo inutilmente anidride carbonica operando aerei vuoti semplicemente per mantenere gli slot“, ha aggiunto. utilizzando la “scusa” delle emissioni per scoraggiare l’opinione pubblica e il governo a ripristinare la regola, quando invece ora come ora è fondamentale che i vettori che non riescono ad utilizzare al meglio gli slot a loro assegnati li cedano anche solo a tempo ai vettori che invece sono in grado di farlo, ripristinando concorrenza e traffico, vitale per gli aeroporti e tutto l’indotto.

Wingate suggerisce al governo di lanciare una consultazione ed “esaminare se i nuovi poteri del Regno Unito dopo la Brexit possono essere utilizzati per creare un regime che funzioni meglio per gli aeroporti altamente competitivi del paese” ed anche l’aeroporto di Heathrow ha detto che il governo dovrebbe impegnarsi “adessoper mettere in atto una politica entro l’estate che “sia giusta sia per gli aeroporti che per le compagnie aeree”.

Veduta aerea di una parte del terminal Nord di Londra Gatwick

Jozsef Varadi, amministratore delegato di Wizz Air, ha dichiarato che la sospensione delle regole sugli slot sta impedendo a Wizz un “investimento significativo” a Gatwick che potrebbe basare a LGW da 15 a 20 aeromobili dall’aeroporto, se solo avesse la possibilità di ottenere più slot.

London Gatwick non può non affiancare in questo caso Wizz, anche non nominandola, ma come Wizz, qualsiasi vettore aereo che desideri operare su Gatwick, aumentando concorrenza e capacità.

easyJet quindi che fino ad oggi è stato il primo vettore nel secondo più trafficato aeroporto del Regno Unito dovrà ora fare i conti anche con questa nuova opzione che potrebbe far diventare Gatwick un vero terreno di battaglia.

Ma anche se non fosse ripristinata la regola “use or lose it”, mentre voci attendibili danno BA completamente fuori da LGW, che però non sembra intenzionata a cedere gli slot a compagnie low cost come Wizz Air, Norwegian è alla ricerca di nuova liquidità e potrebbe anche cedere una parte degli slot.

Penso che un caso interessante che stiamo esaminando sia Gatwick. Wizz cerca di ottenere più slot a Gatwick. Penso che se ne libereranno (Norwegian), la cosa interessante è che cosa farà IAG con i suoi slot di Gatwick?  ha commentato Michael O’Leary CEO di Ryanair.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi