Recaro

Recaro estende con Airbus il contratto di fornitura SWIFT…

Tempo di lettura < 1 minuto

Recaro Aircraft Seating ha firmato un contratto di estensione con Airbus per la consegna dei sedili in classe economy SWIFT. 

Dal 2016, è Recaro a fornire ad Airbus ed alle compagnie aeree che acquistano gli aeromobili della famiglia A320 i sedili predefiniti BL3530, BL3710 e CL4710. 

Il programma SWIFT è stato creato per locatori e compagnie aeree che richiedono un breve lasso di tempo di quattro mesi o meno tramite un processo SFE per allestire i propri aeromobile senza ordinare sedili estremamente personalizzati. 

Recaro offre attualmente versioni predefinite e pre-certificate dei suoi BL3530, BL3710 e CL4710 e fornisce varie configurazioni di cabina a doppia classe della famiglia di sedili SWIFT, con diversi upgrade disponibili tra cui alimentazione USB, i colori e il supporto per il tablet sul retro di ogni sedile.

A breve entrerà nel catalogo anche l’ultimo nato dei sedili economy di Recaro, il più leggero tra quelli disponibili, l’SL3710

Wizz Air ne ha ordinati 31.767 del modello SL3710 per 146 aeromobili Airbus a partire dallo scorso anno

Il sedile SL3710 di Recaro è il più nuovo e leggero della gamma di sedili della classe economica Recaro, pesa circa otto chilogrammi, con un design efficiente è composto da parti durevoli e affidabili, il che lo rende una scelta conveniente per le compagnie aeree focalizzate sulla riduzione al minimo dei costi di carburante e manutenzione.

Airbus è un partner di lunga data di Recaro e siamo lieti di questa opportunità di continuare a far crescere il nostro programma SWIFT“, ha affermato Mark Hiller, CEO e azionista di Recaro Aircraft Seating. “Il settore è una situazione in continua evoluzione e programmi come questo dimostrano le nostre capacità agili e il desiderio di collaborare con clienti e fornitori sull’innovazione”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi