Airbus

Airbus, risultati FY 2020

Tempo di lettura 6 minuti

Airbus ha diffuso i risultati finanziari consolidati per l’intero anno (FY) 2020 e ha fornito indicazioni per il 2021.

“I risultati del 2020 dimostrano la resilienza di Airbus nella crisi più impegnativa per colpire l’industria aerospaziale. Voglio ringraziare i nostri team per i loro grandi risultati nel 2020 e riconoscere il forte sostegno delle nostre attività Elicotteri e Difesa e Spazio.”ha affermato Guillaume Faury, amministratore delegato di Airbus.

“Vorrei anche ringraziare i nostri clienti, fornitori e partner per la loro fedeltà ad Airbus. Rimangono molte incertezze per il nostro settore nel 2021, poiché la pandemia continua a colpire vite, economie e società. Abbiamo pubblicato una guida per fornire una certa visibilità in un ambiente volatile. A lungo termine, la nostra ambizione è guidare lo sviluppo di un’industria aerospaziale globale sostenibile “.

Gli ordini netti di aeromobili commerciali sono stati 268 (2019: 768 aeromobili) con il portafoglio ordini composto da 7.184 aeromobili commerciali al 31 dicembre 2020. Airbus Helicopters ha registrato 268 ordini netti (2019: 310 unità), di cui 31 NH90 per la Bundeswehr tedesca nel quarto e nell’11 ° trimestre H160s. L’assunzione di ordini in termini di valore di Airbus Defence and Space è aumentata del 39% su base annua a 11,9 miliardi di euro, un valore contabile superiore a uno, principalmente guidato dalle grandi acquisizioni di contratti in aerei militari. Ciò includeva un contratto firmato a novembre per la consegna di 38 nuovi Eurofighter per l’aviazione tedesca.

L’assunzione consolidata di ordini in valore è diminuita a 33,3 miliardi di euro (2019: 81,2 miliardi di euro) con il portafoglio ordiniconsolidato valutato a 373 miliardi di euro al 31 dicembre 2020 (fine anno 2019: 471 miliardi di euro). La diminuzione del valore del portafoglio ordini aeromobili commerciali riflette il maggior numero di consegne rispetto all’acquisizione ordini, l’indebolimento del dollaro USA e una valutazione della recuperabilità del portafoglio ordini. 

ricavi consolidati sono scesi a 49,9 miliardi di euro (2019: 70,5 miliardi di euro), trainati dal difficile contesto di mercato che ha avuto un impatto sul business degli aerei commerciali con il 34% in meno di consegne su base annua. Sono stati consegnati un totale di 566 aerei commerciali (2019: 863 aeromobili), di cui 38 A220, 446 A320 Family, 19 A330, 59 A350 e 4 A380. Durante il quarto trimestre del 2020, sono stati consegnati un totale di 225 aerei commerciali, di cui 89 a dicembre. Nel 2020, Airbus Helicopters ha consegnato 300 unità (2019: 332 unità) con ricavi in ​​aumento di circa il 4%, beneficiando di un mix di prodotti favorevole e di una crescita dei servizi. I ricavi di Airbus Defence and Space sono diminuiti di circa il 4%, riflettendo principalmente i minori volumi e l’impatto di COVID-19 sulla fase di business, principalmente nei sistemi spaziali. 

EBIT rettificato consolidato : una misura alternativa della performance e un indicatore chiave che cattura il margine di business sottostante escludendo gli oneri materiali o i profitti causati da movimenti negli accantonamenti relativi a programmi, ristrutturazioni o impatti sui cambi, nonché plusvalenze / minusvalenze derivanti dalla cessione e dall’acquisizione di attività – ammontava a 1.706 milioni di euro (2019: 6.946 milioni di euro). Ciò riflette principalmente la performance più debole degli aerei commerciali, supportata da un forte contributo di Airbus Helicopters e Airbus Defence and Space.

L’EBIT di Airbus rettificato di € 618 milioni (2019: € ​​5.947 milioni (1)) riflette principalmente le ridotte consegne di aeromobili commerciali e la conseguente minore efficienza dei costi. Include anche -1,1 miliardi di euro di oneri relativi a COVID-19. Nel gennaio 2021, è stato comunicato un aggiornamento sui tassi di produzione in risposta al contesto di mercato con tassi che rimarranno inferiori più a lungo. 

L’EBIT rettificato di Airbus Helicopters è aumentato a 471 milioni di euro (2019: 422 milioni di euro), principalmente guidato da solide attività legate al governo e da un’esecuzione affidabile del programma. Comprende anche minori spese di ricerca e sviluppo (R&S) che riflettono la fine del processo di certificazione dell’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza aerea (EASA) per l’H145 a cinque lame e l’H160.

L’EBIT rettificato di Airbus Defence and Space è aumentato a 660 milioni di euro (2019: 565 milioni di euro), riflettendo principalmente le misure di contenimento dei costi e le minori spese di ricerca e sviluppo, in parte compensate dall’impatto di COVID-19, compreso il business dei lanciatori.

Un totale di 9 aerei da trasporto militari A400M sono stati consegnati durante l’anno, con il Belgio che ha preso in consegna il suo primo di sette aerei a dicembre. Sono stati compiuti buoni progressi con la tabella di marcia delle capacità del velivolo, inclusa la campagna di test di volo per la certificazione di volo automatico a basso livello.

Le spese consolidate di ricerca e sviluppo autofinanziate sonodiminuite a 2.858 milioni di euro (2019: 3.358 milioni di euro).

L’ EBIT consolidato (riportato) è stato di -510 milioni di euro (2019: 1.339 milioni di euro), comprese le rettifiche per un totale netto di -2.216 milioni di euro. 

Questi aggiustamenti comprendevano:

  • -1.202 milioni di euro relativi al piano di ristrutturazione aziendale;
  • -385 milioni di euro relativi al costo del programma A380, di cui -27 milioni di euro nel quarto trimestre;
  • -480 milioni di euro relativi al disallineamento dei pagamenti anticipati in dollari e alla rivalutazione del bilancio, di cui -106 milioni nel quarto trimestre;
  • -149 milioni di euro di altri costi (inclusa la compliance), di cui -21 milioni di euro nel quarto trimestre.   

La perdita netta consolidata (2) è stata di € -1.133 milioni (perdita netta 2019: € ​​-1.362 milioni). Include il risultato finanziario di -620 milioni di euro (2019: -275 milioni di euro). Il risultato finanziario riflette principalmente i risultati degli interessi per -271 milioni di euro, l’impatto della rivalutazione dell’investimento di lancio rimborsabile nell’altro risultato finanziario di -157 milioni di euro, nonché -149 milioni di euro netti relativi agli strumenti finanziari di Dassault Aviation. Include anche la svalutazione del prestito OneWeb, rilevata nel primo trimestre del 2020. La perdita per azione consolidata dichiarata è stata di € -1,45 (2019: € ​​-1,75).

Il flusso di cassa libero consolidato prima di M&A e finanziamento ai clienti è ammontato a -6.935 milioni di euro (2019: 3.509 milioni di euro), incluso il pagamento delle sanzioni relative alla conformità di -3,6 miliardi di euro nel primo trimestre del 2020. Il flusso di cassa libero del quarto trimestre del 2020 prima di M&A e Il finanziamento alla clientela di 4,9 miliardi di euro riflette il solido livello di consegne di aeromobili nel trimestre, la buona performance di Elicotteri e Difesa e Spazio, nonché una forte attenzione alla gestione del capitale circolante. 

Durante il 2020 sono state adottate varie misure per mantenere una forte posizione di liquidità durante la navigazione nella crisi COVID-19, inclusa una nuova linea di credito da 15 miliardi di euro. Grazie al suo forte rating di credito, la Società è riuscita a limitare gli interessi passivi a 0,4 miliardi di euro per l’anno e ad estendere le scadenze delle fonti di finanziamento emettendo nuove obbligazioni. 

La spesa in conto capitale per l’intero anno è stata di circa 1,8 miliardi di euro, in calo di circa 0,6 miliardi di euro su base annua a seguito della definizione delle priorità dei progetti. Il flusso di cassa liberoconsolidato è stato di  -7.362 milioni di euro (2019: 3.475 milioni di euro). La posizione di cassa netta consolidata era di 4,3 miliardi di euro al 31 dicembre 2020 (fine anno 2019: 12,5 miliardi di euro) con una posizione di cassa lorda di 21,4 miliardi di euro (fine anno 2019: 22,7 miliardi di euro). 

Dato il contesto economico globale, non sarà proposto alcun dividendo per il 2020. Questa decisione mira a rafforzare la resilienza finanziaria della Società proteggendo la posizione di cassa netta e supportando la sua capacità di adattarsi all’evolversi della situazione.

Prospettive

Come base per le sue linee guida per il 2021, la Società non si assume ulteriori interruzioni per l’economia mondiale, il traffico aereo, le operazioni interne della Società e la sua capacità di fornire prodotti e servizi. La guida della Società per il 2021 è prima di M&A.

Su questa base, la Società si prefigge di raggiungere almeno nel 2021:

  • Stesso numero di consegne di aeromobili commerciali del 2020;
  • EBIT adjusted di 2 miliardi di euro;
  • Flusso di cassa senza pari prima di M&A e finanziamento dei clienti.

A pagina 2 tabelle complete

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi