London Gatwick LGW

La deroga per gli slot in UK non piace

Tempo di lettura 2 minuti

Ryanair, Wizz Air e le società aeroportuali, Gatwick compresa, non hanno accolto con favore la decisione del governo inglese, che ha concesso una nuova deroga alla sospensione delle regole sull’utilizzo degli slot per tutta la S21.

Un respiro di sollievo per alcune compagnie aeree tra cui BA ma soprattutto easyJet, ma anche in ACL, l’associazione che ha in carico la gestione e l’assegnazione degli slot, al suo interno non era del tutto favorevole.

Al Financial Times, Chris Butler, analista di ACL commentava: “Il rischio per il Regno Unito è che una deroga generale. . . potrebbe scoraggiare le compagnie aeree che sono disposte a riprendere le operazioni dall’investire nel mercato del Regno Unito “.

In effetti questa questione è stata posta più volte, mentre ci sono vettori, che se la crisi si protrarrà continueranno a mantenere un approccio cauto, limitando il numero di voli, senza a questo punto avere il problema di doverli operare, pena la perdita degli slot, non più incentivate da quella stessa regola che dovrebbe rendere il mercato più dinamico e accessibile a tutti i vettori, altri vettori che invece hanno la possibilità, le capacità operative e l’intenzione di operare nuovi voli da aeroporti senza slot liberi, come ad esempio Gatwick non potranno farlo.

Ed è proprio Gatwick l’aeroporto dove Wizz Air voleva ampliare la sua base, in diretta concorrenza con easyJet che a LGH ha la sua base più importante, con l’estensione degli slot non riuscirà questa estate ad ampliare le operazioni, ammenoche non riesca ad acquistare o ottenere slot di Norwegian.

L’amministratore delegato di Wizz Air, Jozsef Varadi, sempre al FT ha definito “sbalorditivo“, consentire alle compagnie aeree di mantenere le bande orarie per tutta l’estate senza utilizzarle e ha commentato :“Londra Gatwick al momento è una casa fantasma. . . Penso che sia sbalorditivo che una compagnia aerea che sarebbe pronta a volare e contribuire al benessere del paese e dell’economia, sia bloccata perché le compagnie aeree stanno trattenendo le bande orarie “.

La pandemia ha lasciato Gatwick particolarmente esposto, British Airways e Virgin Atlantic hanno dato la priorità ai voli da Heathrow Norwegian, ha sospeso i voli a lungo raggio e quindi ha chiuso la sua base a LGW, easyJet lo scorso anno ed ancora oggi ha sospeso fino all’80% dei suoi voli ed anche se la prossima estate “ha buone intenzioni” su LGW bisognerà vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane.

Stewart Wingate, a capo dell’Aeroporto di Gatwick, che ha già chiarito la sua posizione rispetto a Wizz Air, commento’ l’apertura della base Wizz di LGW sottolineando che darà supporto a tutti i vettori vecchi e nuovi che desiderano operare sullo scalo, aumentando offerta e capacità e chiede che la regola di gestione degli slot non venisse prorogata.

Il Regno Unito ha deciso di prorogare la deroga sugli SLOT, mentre l’UE ha intenzioni ben diverse, vuole ripristinare gradualmente le regole quest’estate con una soglia iniziale ridotta che impone ai vettori di utilizzare il 50% dei voli.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi