Virgin Atlantic

Virgin Atlantic avverte che sono possibili altri 1000 esuberi

Tempo di lettura < 1 minuto

Nonostante l’approvazione del piano di salvataggio, Virgin Atlantic sta cercando di tagliare altri 1.000 posti di lavoro.

Nei mesi scorsi il personale della compagnia era già stato ridotto del 35%, Virgin Atlantic giustifica questo ulteriore taglio di personale a causa della bassissima domanda per i voli verso gli Stati Uniti.

UPDATE 4/9/2020 17:00: confermati nuovi esuberi per 1150 unità di varie funzioni aziendali.

Virgin Atlantic in effetti ha il suo fatturato proprie nelle rotte dal Regno Unito verso gli Stati Uniti.

SkyNews citando una fonte del settore aeronautico, afferma che Virgin Atlantic potrebbe mantenere in servizio del personale in esubero per alzarsi in piedi se la domanda dovesse tornare inaspettatamente, ma nelle prossime ore ci potrebbero già essere i primi licenziamenti .

Solo 2 giorni fa, Il piano di ristrutturazione da 1,2 miliardi di sterline di Virgin Atlantic, ha ricevuto il via libera dall’Alta Corte del Regno Unito, necessario per poter procedere con il piano di ristrutturazione proposto, ed ottenere l’approvazione di tutti i creditori.

Il settore sta ancora subendo la sua peggiore crisi di sempre, gli aiuti sembrano non essere sufficienti a sostenere adeguatamente i vettori, negli Stati Uniti il presidente Trump si appresta ad intervenire qualora il congresso non approvi un nuovo pacchetto di aiuti, ed anche in Europa si chiede a gran voce un sostegno a tutto il settore non solo alle compagnie di bandiera, 6 delle quali hanno ottenuto aiuti di stato approvati dalla Commissione Europea, Ryanair per ciascuno di questi ha avviato un’azione legale presso la Corte di giustizia europea, tra queste non c’è ancora quello di Alitalia che non è ancora stato portato all’attenzione della Commissione Europea per l’approvazione, mancando ancora un piano industriale per la Newco.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi