Coronavirus Covid-19

IATA, A4E e ACI richiedono un estensione della deroga…

Tempo di lettura 2 minuti

Il grave impatto del COVID-19 e la continua incertezza richiedono, secondo IATA, ACI, A4E, AIRE eEUACA, l’estensione immediata dell’attuale deroga per la perdita degli slot, anche per la stagione invernale.

Le compagnie aeree, gli aeroporti e i coordinatori delle bande orarie hanno concordato condizioni che garantiscono un uso responsabile di tale deroga.

In una nota congiunta si legge: Affrontando la stagione invernale più difficile nella storia dell’aviazione, le compagnie aeree e gli aeroporti hanno concordato di rispettare una serie di condizioni insieme ai coordinatori delle bande orarie in base alle quali un’estensione della rinuncia al “usalo o perdi” potrebbe essere applicata per l’intera stagione invernale 2020-2021. La continua incertezza su una seconda ondata di pandemia e restrizioni di viaggio casuali hanno causato il crollo della domanda di passeggeri, portando a una ripresa più lenta del trasporto aereo europeo e rendendo più urgente che mai la necessità di una rinuncia a bande orarie estese.

Per facilitare una rapida decisione da parte della Commissione Europea, ACI EUROPE, Airlines for Europe (A4E), Airlines International Representation in Europe (AIRE), International Air Transport Association (IATA) e European Association of Slot Coordinators (EUACA) hanno concordato condizioni specifiche per garantire una tempestiva restituzione di slot non previsti per l’utilizzo questo inverno. Si tratta di un risultato significativo date le circostanze straordinarie in cui si trovano aeroporti e compagnie aeree.

È ora fondamentale che la Commissione europea formalizzi un’estensione della rinuncia agli slot e chiarisca come verranno attuate le condizioni. I coordinatori dell’industria e delle bande orarie richiedono un segnale chiaro dalla Commissione in merito alle regole del gioco per la prossima stagione invernale.

Le decisioni devono essere prese ora per consentire la tempestiva restituzione delle bande orarie per la stagione invernale una volta concessa la rinuncia. Ciò darà agli aeroporti e alle compagnie aeree la certezza nella pianificazione dei loro orari e delle operazioni e assicurerà che i passeggeri sappiano cosa aspettarsi nei difficili mesi a venire. Ulteriori ritardi paralizzeranno il processo di pianificazione invernale e aggiungeranno milioni di costi per tutte le parti ”, ha affermato Olivier Jankovec, Direttore generale di ACI EUROPE.

Ripristinare la fiducia dei passeggeri è una priorità assoluta per l’intero settore dell’aviazione e per l’economia europea. Date le restrizioni governative in costante cambiamento, è fondamentale che i prossimi orari invernali forniscano ai passeggeri la massima prevedibilità possibile “, ha affermato Thomas Reynaert, amministratore delegato di A4E.

Le compagnie aeree e gli aeroporti in Europa sono pronti ad applicare le condizioni concordate non appena viene concessa la rinuncia per l’intera stagione e chiedono alla Commissione europea di approvare questo accordo e di autorizzare immediatamente la rinuncia “, ha affermato Rafael Schvartzman, Vicepresidente regionale IATA per l’Europa.

Le compagnie aeree, gli aeroporti e i coordinatori delle bande orarie hanno concordato condizioni che garantiscono un uso responsabile di tale deroga …. Nel prossimo articolo

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi