Boeing

Boeing risarcisce le vittime e le compagnie

Boeing ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ), che risolve le indagini del Dipartimento sulla Società, relative alla valutazione del Boeing 737 MAX da parte della Federal Aviation Administration (FAA).

Come parte della risoluzione di Boeing con il DOJ, il Dipartimento ha acconsentito a rinviare il perseguimento della società, a condizione che Boeing rispetti gli obblighi stabiliti in un accordo di procura differita di tre anni, dopodiché l’accusa sarà archiviata.

In base all’accordo, Boeing pagherà una penale di 243,6 milioni di dollari e fornirà 500 milioni di dollari di risarcimento aggiuntivo alle famiglie che hanno perso loro familiari nei disastri aerei di Lion Air ed Ethiopian Airlines.

L’accordo include anche un impegno a fornire 1,77 miliardi di dollari ai clienti delle compagnie aeree Boeing per le perdite finanziarie derivanti dalla messa a terra del 737 MAX.

David L. Calhoun, Presidente e Amministratore delegato di Boeing, ha dichiarato in una nota ai dipendenti: “Credo fermamente che entrare in questa risoluzione sia la cosa giusta da fare per noi, un passo che riconosce adeguatamente come non siamo riusciti a rispettare i nostri valori e aspettative. Questa risoluzione è un serio promemoria per tutti noi di quanto sia critico il nostro obbligo di trasparenza nei confronti delle autorità di regolamentazione e delle conseguenze che la nostra azienda può affrontare se qualcuno di noi non soddisfa tali aspettative “.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi