Coronavirus Covid-19

UK, Tui, easyJet, British Airways e Ryanair

Tempo di lettura 2 minuti

TUI ha cancellato tutti i voli da Luton dal 20 al 30 dicembre, tutti cancellati i voli di easyJet e British Airways, verso destinazioni non UK che hanno bloccato i voli con il Regno Unito.

Anche i voli domestici in UK potranno subire cancellazioni dato che non è consentito viaggiare da e per le aree di livello 4, che includono l’intera Londra e altre zone del sud-est dell’Inghilterra.

TUI ha affermato che i clienti i cui voli sono stati cancellati, oltre a coloro che vivono in aree Tier 4 e non sono in grado di viaggiare nei prossimi 14 giorni, avranno diritto a un rimborso o a una vacanza alternativa. “I clienti con una vacanza TUI, ma non volando con TUI Airways, possono modificare gratuitamente la loro vacanza con una vacanza con la stessa compagnia aerea della prenotazione originale. Se la compagnia aerea annulla il volo, i clienti potranno ricevere un rimborso completo. ” comunica in una nota Tui.

Sia British Airways Holidays che EasyJet Holidays hanno confermato che verranno rimborsati anche i clienti con pacchetto turistico che viaggiano da aree Tier4.

Mentre easyJet offre anche ai passeggeri di solo volo che vivono nel Livello 4 l’opzione di un rimborso, BA no e offre le sole opzioni di modifica e voucher.

British Airways non vuole offrire rimborsi in contanti, ma solo voucher o la possibilità di modificare gratuitamente il volo o pacchetto vacanza.

La decisione di British Airways potrebbe incorrere in sanzioni da parte della Competition and Markets Authority (CMA), che sta già indagando se le compagnie aeree britanniche abbiano violato i diritti legali dei consumatori durante la pandemia.

Ryanair ha dichiarato che invierà un’email ai clienti sui voli tra il 20 e il 24 dicembre che sono stati banditi dai governi dell’UE, per offrire loro un rimborso o l’opzione di passare a un volo diverso senza costi di modifica. “Nel caso di tutti gli altri voli da / per il Regno Unito a cui è consentito volare, Ryanair opererà questi voli per facilitare tutti i passeggeri che hanno bisogno di viaggiare per motivi di lavoro e sono prenotati o desiderano spostarsi su questi voli. Se tali passeggeri (prenotati su voli operativi) non desiderano viaggiare nei prossimi 5 giorni prima di Natale, Ryanair faciliterà il trasferimento gratuito della loro prenotazione (senza costi di modifica) per qualsiasi data fino al 15 marzo.” Ha annunciato Ryanair.

In questo articolo seguiranno ulteriori aggiornamenti per gli altri vettori e tour operator britannici.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi