easyJet

easyJet, senza bagaglio, perde la posizione di leader

Tempo di lettura 2 minuti

La decisione di easyJet, di modificare la policy sul bagaglio a mano, ha come diretta conseguenza, un aumento del prezzo dei biglietti, se consideriamo che la maggior parte dei passeggeri, viaggia almeno con un trolley, perde la sua posizione di leader sul prezzo1.

In un articolo del 24 settembre, avevo invece dimostrato come easyJet nonostante un prezzo di partenza più alto dei concorrenti, risultava sempre più conveniente, ora non è più così.

Il 24 settembre, ho preso come esempio la tratta Malpensa Catania:

Malpensa – CataniaWIZZ 4WIZZ 10Ryanair 18Ryanair 21easyJet 19easyJet 21easyJet 25
tariffa base4,9910,9918,6921,1919,4921,4925,99
bagaglio in cabina16,5015,501111000
totale21.4926,4929,6932,1919,4921,4925,99

Ora se un passeggero ha un trolley, dovrà pagare o l’Hands Free al costo di 8 euro, o un bagaglio in stiva al costo di 25,99, oppure un posto prima fila a 20,49, prime file a 18,49 oppure uscite di emergenza con più spazio per le gambe a 19,49 e lo scenario quindi cambia completamente:

Hands Free

Malpensa – CataniaWIZZ 4WIZZ 10Ryanair 18Ryanair 21easyJet 19easyJet 21easyJet 25
tariffa base4,9910,9918,6921,1919,4921,4925,99
bagaglio in cabina16,5015,501111888
totale21.4926,4929,6932,1927,4929,4933,99

Questa è la situazione più comune, ma non sappiamo se l’opzione Hands Free verrà mantenuta avendo una sua utilità con l’attuale policy del bagaglio, qualora più utenti ne faranno uso, perderà uno dei suoi principali vantaggi, la priority.

Per chi acquista i posti in prima fila o con più spazio per le gambe la situazione rimane quella attuale.

Ancillary

Dubito che easyJet posizionandosi in questo modo possa riuscire ad aumentare le ancillary dalla vendita di servizi sul babaglio, anche se fosse, dovrà compensare le perdite delle entrate dalla vendita dei biglietti, a causa di un calo di passeggeri, perchè come si vede in tabella, se già easyJet non è mai leader sul prezzo per chi viaggia con un piccolo bagaglio, perde anche con la nuova policy, la posizione di leader di prezzo per chi viaggia con un bagaglio da posizionare nella cappelliera.

C’è da chiedersi se easyJet si sia fatta bene i conti, un attenta valutazione del rischio che corre e un analisi di mercato dettagliata, oltre ed è fondamentale sulla Customer Experience, perchè dubito che easyJet riesca ad attuare un Dumping sul costo dei biglietti, vendendoli “sotto costo”, la base di costo di easyJet è molto più alta di quella di Ryanair e più alta di quella di Wizz Air.

Come spiegavo in questo articolo è fondamentale conoscere il cliente e non sottivalutarlo e easyJet conosceva molto bene il cliente #orange, che però dai riscontri in rete, non ha assolutamente gradito la nuova policy, che abbassa il livello di servizio offerto al cliente, sicuramente quello percepito, ora il cliente non avrà alcun scrupolo a scegliere un altro vettore, qualora trovi una tariffa più bassa.

easyJet sta correndo un rischio che poteva evitare, dato che per chi vola e ha volato parecchio è chiaro che non è solo il bagaglio a mano che rallenta l’imbarco e easyJet aveva una procedura che funzionava più che bene, che non era un costo, mi domando di quanto si riuscirà in questo modo a diminuire i tempi di turn around.

1 leader sul prezzo per i voli con un bagaglio a mano non di piccole dimensioni (trolley)

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi