Norwegian

Norwegian sospende gli accordi con OSM aviation HR

Tempo di lettura 2 minuti

In queste ore gli equipaggi Norwegian in UK, Italia, Francia, Norvegia, Spagna, Finlandia e Stati uniti, si stanno chiedendo che cosa ne sarà di loro.

Stanno cercando di comprendere in che modo Norwegian si stia muovendo, non sono arrivate dal vettore informazioni chiare, sulle operazioni che in questi giorni sta mettendo in atto per alleggerire il carico del personale su Norwegian Air, cerchiamo di capirne qualcosa di più.

La dichiarazione di fallimento delle 4 filiali di Svezia e Danimarca, Norwegian Pilot Services Sweden AB, Norwegian Pilot Services Denmark ApS, Norwegian Cabin Services Denmark ApS, Norwegian Air Resources Denmark LH ApS. ha creato ancora più incertezza.

Le uniche informazioni in loro possesso, sono le stesse informazioni diffuse alla stampa.

Nei giorni scorsi, Norwegian aveva comunicato ai dipendenti del Regno Unito assunti dalla società OSM Aviation, di non essere in grado di pagare lo stipendio di aprile.

Una notizia che ha allarmato gli equipaggi e che ha posto diverse domande sul loro futuro, anche perchè secondo le prime informazioni diffuse da Norwegian, OSM “è in costante dialogo con i sindacati competenti per raggiungere il miglior accordo possibile per i nostri colleghi dell’equipaggio con sede nel Regno Unito“.

A conferma, i sindacati Balpa e Unite hanno comunicato di aver concordato con OSM di attendere il pagamento dell’indennità prevista dallo strumento di sostegno al reddito del governo britannico, che coprirà l’80% del loro stipendio fino a £ 2.500, il primo pagamento dovrebbe avvenire i primi giorni di maggio.

Norwegian a marzo aveva annunciato che avrebbe temporaneamente licenziato la metà dei suoi 11.000 dipendenti a causa dell’epidemia e della mancanza di adeguati ammortizzatori sociali in diversi paesi.

Di oggi la notizia che Norwegian ha notificato a OSM Aviation di annullare gli accordi di fornitura degli equipaggi, questa potrebbe anche essere la normale evoluzione della situazione in atto per permettere che gli equipaggi del Regno Unito abbiano i requisiti per percepire il sostegno al reddito in UK, ma nessuna comunicazione ufficiale e chiara, in merito, è arrivata agli equipaggi Norwegian.

Norwegian ha chiarito però che la notifica a OSM Aviation riguarda solo le basi in Spagna, Regno Unito, Finlandia, Svezia e Stati Uniti, 1.571 piloti e 3.134 membri dell’equipaggio di cabina.

Mentre non saranno interessati i circa 700 piloti e 1.300 membri dell’equipaggio di cabina OSM Aviation, con sede in Norvegia, Francia e Italia, paesi in cui sono già state attivate le procedure di sostegno al reddito, in Italia la CIGS.

Norwegian quindi avrebbe portato a termine il piano di riduzione dei costi del personale, dove non è stato possibile accedere ad aiuti o ammortizzatori a sostegno del reddito, è stata costretta a dichiarare il fallimento delle società direttamente controllate da Norwegian Air o a noticare la sospensione degli accordi di fornitura del personale con OSM Aviation, alla quale probabilmente doveva effettuare dei pagamenti previsti dall’accordo, per cui per “causa di forza maggiore” ha notificato la sospensione dell’accordo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi