Boeing

IAG smarca Airbus per un ordine di 200 B737…

Tempo di lettura 2 minuti

Ero all’Air show di Parigi ieri, appena uscito da una conferenza stampa di Airbus in cui era presente anche il CEO di Norwegian Bjørn Kjos, nella quale si parlava di sviluppo sostenibile ed in particolare motori ibridi ed elettrici.

Uscendo mi arriva una mail dove una nota del gruppo IAG, annuncia di aver firmato una lettere di intenti con Boeing per 200 aerei B737 Max 8 e 10.

Una mossa davvero a sorpresa per IAG che ha una flotta soprattutto per il medio raggio quasi completamente Airbus.

I due incidenti dei B737 Max in pochi mesi a Lion Air e Ethiopian, avevano provocato un immediato ridimensionamento degli ordini da parte di tutte le compagnie e una riduzione della produzione, mentre alcune compagnie come ad esempio Ryanair non hanno mai perso la fiducia, Airbus continuava e continua tuttora a macinare ordini anche importanti.

Senza contare che Norwegian per prima, come più volte ricordato da Bjørn Kjos sta subendo numerose perdite per il fermo dei B737 Max in flotta e chiederà un adeguata penale a Boeing per il danno subito.

Non è quindi chiaro al momento il motivo di questa scelta, unica cosa certa è uno sconto importante sul prezzo di istino del velivolo.

Prezzi

Il prezzo di listino è di circa US $ 117 milioni per il Boeing 737-8 e US $ 131 milioni per il 737-10.
Il prezzo di listino è la somma del prezzo di listino del velivolo, del prezzo di listino delle opzioni del motore e del prezzo delle caratteristiche opzionali rispetto alle concessioni di prezzo. IAG ha negoziato uno sconto sostanziale dal prezzo di listino.

Mentre Gli Airbus hanno avuto nel 2018 i seguenti costi: A319neo : 101.5 USD millions; A320neo : 110.6 USD millions; A321neo : 129.5 USD millions.

Gli airbus continuano a costare meno e ad offrire un risparmio in termine di costi di carburante e manutenzione importanti, IAG ha già in flotta Airbus della famiglia A320 e non richiederebbe un ulteriore costo per adeguare la catena di manutenzione e formare i dipendenti se non aggiornarli.

Mentre l’aggiunta in flotta di B737 richiede un investimento anche sella catena della manutenzione.

Nei prossimi giorni forse ci saranno più chiari i motivi di questa scelta.

Il comunicato di IAG

International Airlines Group (IAG) ha firmato una lettera di intenti con Boeing per 200 aerei B737 per unirsi alla sua flotta. La LOI è soggetta a un accordo formale.

Il mix di aeromobili 737-8 e 737-10 verrebbe consegnato tra il 2023 e il 2027 e sarebbe alimentato da motori Leap CFM. Si prevede che l’aeromobile sarà utilizzato da un certo numero di compagnie aeree del gruppo, tra cui Vueling, LEVEL plus British Airways presso l’aeroporto di Londra Gatwick.

Willie Walsh, amministratore delegato di IAG, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di firmare questa lettera di intenti con Boeing e siamo certi che questi aeromobili saranno una grande aggiunta alla flotta a corto raggio di IAG.

“Abbiamo piena fiducia in Boeing e ci aspettiamo che il velivolo ritorni in servizio con successo nei prossimi mesi dopo aver ricevuto l’approvazione dei regolatori”.

 

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi