Boeing

Boeing 737 Max, dovrebbe tornare a volare entro giugno

Tempo di lettura < 1 minuto

La procedura di certificazione per l’aggiornamento del Software del MCAS del B737 Max sembra essere in dirittura d’arrivo, dovrebbe tornare a volare entro il mese di giugno.

La commissione che si è riunita per valutare il materiale tecnico fornito da Boeing relativo ai dettagli sull’aggiornamento e sulla formazione piloti, da quanto di si apprende da fonti della FAA sembra aver dato parere, l’aggiornamento e le note di Boeing sulla formazione dei piloti sembrano soddisfare i requisiti di sicurezza.

Boeing aveva rilasciato l’aggiornamento a metà maggio, inviato alla FAA tutta la documentazione, la FAA nel frattempo aveva formato una commissione formata anche di delegati di altre agenzie mondiale a cui è stata sottoposta la documentazione.

Ma i problemi per Boeing non sono finiti, se da una parte si risolve il problema di sicurezza del MCAS, rimane ancora aperta la questione risarcimenti e l’apertura di alcune indagini sul comportamento avuto da Boeing e da parte di alcuni ispettori della FAA.

Ottime notizie comunque per tutti i vettori che hanno in flotta il B737Max, come Air Italy che ne ha tre, ma anche Norwegian che sta riscontrando forti perdite anche per la necessità di noleggiare alcuni aerei per operare le rotte previste con i B737Max.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi