Air Europa

Globalia e IAG sospendono vendita Air Europa

  • 1 mese fa
  • 3minuti

Nessuno oggi dovra’ meravigliarsi se IAG e Globalia hanno sospeso la vendita di Air Europa a Iberia, non è solo “grazie agli ostacoli” posti dalla Commissione Europea.

Il patron di Globalia, Juan José Hidalgo, non ha mai visto di buon occhio la vendita e ha fatto di tutto per risolvere i problemi finanziari e continuare ad investire sul consolidamento e la crescita di Air Europa, che in questi anni in effetti ha continuato a crescere.

Juan José Hidalgo ed il figlio.

Nel gennaio 2022, la telenovelas di Air Europa e della famiglia Hidalgo, proprietaria di Globalia e quindi di Air Europa era ormai evidente.

Anche se si parlava ancora delle richieste della Commissione Europea per consentire la fusione, era chiaro che Juan José Hidalgo non voleva vendere Air Europa.

E non e’ la prima volta che di comune accordo Globalia e IAG sospendono il processo di vendita.

A dicembre 2021 infatti, International Airlines Group (“IAG”) e Globalia confermano di aver risolto l’accordo firmato il 4 novembre 2019 e modificato il 20 gennaio 2021, in base al quale la controllata di IAG, Iberia, aveva accettato di acquisire l’intero capitale azionario emesso di Air Europa.

IAG allora in una nota ufficiale comunico’ di aver raggiunto un’intesa con Globalia per valutare, entro la fine di gennaio 2022, strutture alternative che potessero interessare entrambe le società e offrire vantaggi significativi ai propri azionisti, clienti e dipendenti.

Le trattative andarono quindi avanti, sembra all’insaputa di “Pepe” ovvero Juan José Hidalgo, che non aveva nessuna intenzione di vendere e a gennaio 2022 annuncio l’intenzione di investire circa 600 milioni di euro in Andalusia per unirsi al “boom” dei progetti di hotel di lusso nella regione, però non intendeva investire in Air Europa che era a rischio fallimento mentre litigava con il figlio che vuole cedere le azioni di famiglia.

“La mia azienda non verrà venduta”, assicurava il maggiore azionista del gruppo,“l’unica cosa che conta è quello che dice Pepe (Juan José Hidalgo)“, riferendosi a chi era in trattativa alle sue spalle, e sfidando il vicepresidente del governo, Nadia Calviño.

Ma a marzo cedette e IAG riuscì a trovare una accordo con il patron della famiglia Hidalgo, a capo del gruppo Globalia, IAG fece un prestito di 100 milioni di euro e ottenne l’esclusiva per trattare un eventuale acquisto per IAG di Air Europa.

Nell’aprile 2022, in base agli ultimi accordi di leasing, la crescita della flotta, la capacità di posti in vendita per l’estate di Air Europa era superiore a quella del 2019.

Da allora non se ne parlò più molto della vendita, si diceva in attesa della UE, si parlava però di una soluzioni ai timori per la concorrenza della Commissione, la cessione di alcune rotte spagnole a Volotea.

Solo pochi giorni fa, la richiesta da parte di IAG e Air Europa e quindi Globalia di “fermare l’orologio” della procedura di valutazione ed autorizzazione in corso, per la fusione da parte della Commissione Europea, inviata il 1 marzo, la motivazione comunicata alla UE è necessità di prendersi del tempo, la telenovelas continua?

L’unica cosa certa è che Air Europa non è più così in bilico come nel post pandemia.