Volotea

Vi racconto un piccolo segreto di Airbus

Tempo di lettura 2 minuti

In Airbus, ogni dettaglio, anche il più piccolo, non è lasciato al caso, come in un set cinematografico o televisivo, una delle figure tecniche più importanti è il direttore della fotografia, anche Airbus a modo suo, quando si tratta di luci ed effetti, al Definition Center di Airbus ad Amburgo, pone particolare attenzione.

Le compagnie aeree che offrono un servizio di particolare livello, quando ad Amburgo definiscono gli allestimenti interni dei loro nuovi aeromobili Airbus, una delle prove che fanno per scegliere le giuste luci è la “prova luci“.

Come si effettua una delle prove luci?

Posizionando al centro della cabina, una di quelle ricostruite ed identiche per dimensioni e componenti a quelle reali di una cabina di un aeromobile, una ciotola di frutta, per vedere come una luce piuttosto che un altra, un colore particolare, una giusta intensità rendano un oggetto alla vista del passeggero più “attraente” o semplicemente “perfetto” per garantire una perfetta esperienza in volo per un cliente esigente.

A questa specifica prova ho assistito personalmente ad Amburgo, al Definition Center di Airbus.(si chiamava Airspace Definition Center, inizialmente era pensato per la personalizzazione delle cabine con il layout Airspace di Airbus.)

Combinazione di luci scelta da Volotea per gli Airbus A320 (foto: ADRIA TEHNIKA)

Volotea

Altre prove luci possono essere effettuate, in modo molto più basico, come ad esempio la scelta dei colori e delle combinazioni colore, Volotea con i suoi nuovi Airbus ha fatto proprio questo, non ad Amburgo ma in altra sede, ma un piccolo dettaglio che personalizza la cabina con i colori di Volotea che più si avvicinano alla “tavolozza” dell’identità di Volotea.

ADRIA TEHNIKA è l’MRO che ha avuto l’incarico da Volotea per allestire l’Airbus proveniente da altro vettore con i sedili scelti da Volotea e gli altri piccoli dettagli che lo rendono a tutti gli effetti un “Airbus Volotea.

L’allestimento di una cabina di un aeromobile è completamente personalizzabile, possiamo paragonare l’ingegnere che disegna la configurazione ad un arredatore di interni, che in base alle scelte del cliente che può a tutti gli effetti sfogliare un catalogo di colori, sedili, optional, “disegna” la cabina.

Ovviamente per ovvie ragioni, ho semplificato il tutto, ma il lavoro che c’è dietro alla progettazione del layout di una cabina è tanto, e coinvolge diversi soggetti, della compagnia aerea e del produttore o come nel caso di Volotea per l’Airbus in questione, dell’MRO.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017