Covid-19 Europa UE

Passaporto sanitario digitale, garanzia dei risultati, per evitare contraffazioni.

E’ importante non perdere più tempo per i paesi europei nel scegliere una piattaforma per il passaporto sanitario, esiste un alto rischio di certificati contraffatti, che su carta non possono essere verificati e non consentono la “sicurezza” e la veridicità del risultato fornito.

Un semplice certificato cartaceo, può essere facilmente contraffatto, un risultato del test covid o la certificazione dell’avvenuta vaccinazione, in una piattaforma realizzata per il passaporto sanitario digitale, ne esistono più di una, già pronte all’uso, grazie a complessi algoritmi di cifratura e la possibilità solo per i laboratori autorizzati di inserire i risultati e la certificazione dell’avvenuta vaccinazione, rende impossibile o quasi qualsiasi frode, nonché velocizzare i controlli e permettere nuovamente di riaprire i Gate self con riconoscimento biometrico (con software aggiornato).

Ad Heathrow, uno degli aeroporti più trafficati del mondo, il problema è all’ordine del giorno e rende più complesso e lungo il lavoro dei funzionari dell’immigrazione, che non solo non possono lavorare più di 10 ogni turno, ma devono anche controllare e verificare, spesso manualmente le certificazioni dei passeggeri e ogni giorno scoprono risultati falsi dei test COVID-19 controllando la documentazione richiesta per lettere fuori posto e vocali errate.

Normalmente il modo in cui questo tipo di contraffazione viene individuato è un ovvio errore di ortografia“, ha detto Lucy Moreton, un funzionario della Immigration Services Union (ISU), che rappresenta i funzionari di frontiera all’aeroporto di Heathrow di Londra.

Piattaforme come quella di IATA, il Travel Pass che vi ho illustrato in questo articolo, garantisce che il dato inserito solo da un laboratorio autorizzato, sia vero e non rende necessari controlli anche di 20 minuti, come sta accadendo ora, la piattaforma infatti è completa a 360 gradi, l’accesso ai laboratori convenzionati, l’app passeggero e i moduli che si possono facilmente integrare nelle piattaforme delle compagnie aeree e degli aeroporti.

Un altra delle piattaforme già pronte è AOKpass.

Europa

Verra’ illustrata mercoledì 17 marzo la proposta della Commissione Europea per un passaporto sanitario digitale. Lo aveva anticipato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen lo scorso 1 marzo, dando come scadenza, la metà del mese.

Il Digital Green Pass Europeo e’ stato annunciato dopo il vertice dei capi di Stato e di governo dell’UE che si è tenuto alla fine di febbraio in videoconferenza.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi