Covid-19 Regno Unito UK

Heathrow, fino a 6 ore di coda ai controlli…

Un “livello inaccettabile”, commenta Emma Gilthorpe, direttore operativo dell’aeroporto di Heathrow.

L’aeroporto di Heathrow, sta da giorni riscontrando code di circa tre ore e talvolta anche di sei ore ai controllo di frontiera, alcuni passeggeri hanno riferito di aver atteso anche 7 ore.

Gilthorpe ha affermato che le misure in atto per la quarantena in hotel stanno invece funzionando in modo relativamente regolare, con un piccolo numero di passeggeri.

La Border Force, che ricorda che si dovrebbe viaggiare solo in caso di “necessità” riferisce la BBC, ha detto che molti passeggeri erano arrivati nel Regno Unito senza aver correttamente seguito le regole imposte dal governo per chi entra in UK, tra cui l’acquisto dei pacchetti di test Covid.

Nick Jariwalla, direttore di Border Force a Heathrow, ha dichiarato: “Siamo in una pandemia sanitaria globale – è illegale andare in vacanza e le persone dovrebbero viaggiare solo per ragioni molto limitate. Sfortunatamente, un gran numero di passeggeri continua ad arrivare senza aver acquistato i pacchetti di prova obbligatori per il secondo e l’ottavo giorno di quarantena nel Regno Unito. Ciò causa ritardi in quanto i passeggeri potrebbero ricevere una multa o essere soggetti ad altre azioni di contrasto”.

Non ci scusiamo assolutamente per questo“, ha aggiunto. “Ogni controllo essenziale ferma la diffusione del coronavirus nel Regno Unito. Queste persone non avrebbero dovuto viaggiare senza i loro pacchetti di prova e stiamo seguendo le autorità di regolamentazione e i vettori per garantire che la legge venga applicata”.

La situazione ha anche riacceso le proteste dei dipendenti, centinaia di addetti sono pronti a intraprendere un’azione sindacale.

I sindacati che rappresentano i funzionari della Border Force hanno affermato che i ritardi sono stati in parte causati dalle restrizioni di Covid che impedisce che più di 10 addetti lavorino contemporaneamente, non essendo quindi possibile aumentare il numero di addetti, questa è una delle cause delle lunghe code.

“Code inaccettabili”

Parlando alla commissione ristretta per gli affari interni, la sig.ra Gilthorpe ha affermato che prima del Covid, le code per gli arrivi dell’UE dovevano essere di 25 minuti e 45 minuti per gli arrivi non UE.

Code ai controlli di frontiera all’aeroporto di Londra Heathrow.

Stiamo assistendo a una pressione significativa al confine e stiamo assistendo a code molto lunghe, e questa è una preoccupazione“, ha detto.

Sebbene la Gilthorpe abbia affermato di sapere che erano state introdotte risorse aggiuntive, i problemi sono stati causati dal “livello di complessità dei processi e dal modo in cui le risorse vengono utilizzate“, ma anche detto che “È profondamente frustrante come operatore dell’aeroporto quando hai una coda piena di persone e hai solo due banchi aperti. È raro vedere tutti i banchi presidiati e dobbiamo trovare il modo per poterlo fare”.

I gate di controllo elettronici self-service di Heathrow per il controllo passaporti sono attualmente chiusi, Emma Gilthorpe si aspetta che entro l’estate i gate siano abilitati per scansionare i moduli di localizzazione dei passeggeri e i risultati dei test pre-partenza.

Una soluzione fattibile se si introduce il passaporto sanitario elettronico con dati certificati ed attendibili, la combinazione con il riconoscimento biometrico delle persone ai gate self, garantisce la sicurezza dei controlli, seguendo le regole di ingresso.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi