Ryanair

Michael O’Leary, “siamo un pò in grembo agli dei”

O’Leary durante la presentazione della trimestrale agli investitori e alla stampa ha mostrato ottimismo, pur non nascondendo che ci sono alcune variabili che non sono sotto il suo controllo e che sappiamo essere i motivi per cui fare oggi previsioni è davvero complicato.

Ma O’Leary è fiducioso “riprenderanno molto fortemente” una volta che la fiducia nell’introduzione dei vaccini nell’Unione europea crescerà.

Sarei ragionevolmente fiducioso … che assisteremo a un ritorno a un volume di viaggi relativamente elevato nel trimestre chiave di luglio, agosto e settembre“, è probabile che il traffico raggiunga il 20-25% dei livelli pre-pandemici tra aprile e giugno, salendo al 50-70% tra luglio e settembre, a seconda del successo del programma vaccinale dell’Unione europea, ha detto O’Leary, potenzialmente il traffico invernale potrà salire al 75-100%.”Siamo un po’ in grembo agli dei“, ha commentato.

Ieri Ryanair ha diffuso i dati della trimestrale chiusa il 31 ficembre, una perdita di 306 milioni di euro nel terzo trimestre.

Un calo del traffico nel terzo trimestre del 78%, 8 milioni di pax rispetto ai 36 dello stesso trimestre dell’anno precedente, il 2021 sarà “l’anno più impegnativo nei suoi 35 anni di storia ” e prevede di registrare una perdita per l’intero anno di quasi 1 miliardo di euro.

Nel frattempo arriva una buona notizia dall’Unione Europea, che nella partita vaccini con Pfizer è riuscita ad assicurare il ritorno ai ritmi di fornitura inizialmente previsti dal piano, alle dosi inizialmente previste, si aggiungeranno altre 75 milioni di dosi.

L’Unione Europea è sicura di poter raggiungere la percentuale del 70% della popolazione europea entro l’estate.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi