Flyr

Il decollo di Flyr è previsto il 1 giugno

Tempo di lettura < 1 minuto

La nuova compagnia aerea norvegese Flyr decollerà per la prima volta il 1 giugno.

Flyr introdurrà nel panorama dell’aviazione norvegese alcune novità interessanti, tra cui le tariffe e le opzioni.

Per alcune compagnie aeree siamo abituati ad una quasi giungla di tariffe, servizi accessori acquistabili, diversi passaggi per confermare l’acquisto di un semplice volo, l’idea di Flyr semplificherà non solo i processi di acquisto e del servizio offerto ai clienti solo tramite la app del vettore, ma anche la concezione stessa di tariffa.

Il CEO ddi Flyr Tonje Wikstrøm Frislid, in un intervista, ha detto che Flyr dovrebbe essere gestita secondo processi semplici e che questo dovrebbe riflettersi anche nell’effettiva esperienza di viaggio.

Le policy ed i processi per l’acquisto dei voli e la scelta delle tariffe e delle opzioni, tra cui il bagaglio, saranno molto semplificate.

Ci sarà un unico prezzo in base alla tariffa, il prezzo della tariffa per il bagaglio, verrà calcolato in base al peso, non importa la dimensione o la tipologia ed anche al termine della crisi pandemica, Flyr non applicherà nessun costo per la modifica del biglietto.

Flyr inizialmente si concentrerà sulle rotte all’interno della Norvegia e per le destinazioni di vacanza preferite dai Norvegesi, in Spagna e Francia; in Norvegia da Oslo a Tromsø, Harstad / Narvik, Bodø, Trondheim, Bergen e Stavanger. Inoltre, Flyr volerà tra Oslo e Copenhagen, Nizza in Francia e Barcellona, ​​Alicante e Malaga in Spagna, infine da Bergen anche per Alicante.

In più fasi il network verrà ampliato, nel 2023 si dovrebbe arrivare anche in Italia.

Flyr avrà una flotta di Boeing 737-800, inizialmente saranno 2, già durante l’estate dovrebbero salire a 5 e continuerà a crescere nei mesi successivi.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi