coronavirus UK

Il Regno Unito in aiuto al settore aereo

Tempo di lettura < 1 minuto

Lo abbiano criticato su molti fronti, ma gli strumenti finanziari messi a disposizione dal UK Export Finance (UKEF), un agenzia del governo inglese, guidato da Boris Johnson, al momento ha rilasciato prestiti per circa 3,4 miliardi di sterline ai vettori inglesi.

easyJet questa notte si è assicurata un prestito quinquennale di £1,4 miliardi, alla fine di dicembre British Airways £ 2 miliardi.

Il UK Export Finance (UKEF) è un dipartimento ministeriale del governo britannico e trae i propri poteri dall’Export and Investment Guarantees Act del 1991 e svolge le proprie attività in conformità con uno specifico consenso di HM Treasury . 

Lo scopo iniziale dell’agenzia era quella di promuovere le esportazioni del Regno Unito perse durante il blocco dei sottomarini della prima guerra mondiale, negli ultimi anni ha finanziato attività nei settori aerospaziale, automobilistico, edile, sanitario, industriale, petrolifero e del gas, petrolchimico, del trattamento delle acque e dei satelliti, più in generale le aziende inglesi, comprese quelle di servizi e trasporti che operano anche all’estero e contribuiscono in modo massiccio al trasporto di persone e merci da e verso il Regno Unito.

In questo ultimo ambito rientrano le compagnie aeree e quindi la garanzia sui prestiti dati a British Airways e easyJet

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi