Covid-19 Regno Unito UK

Il lockdown in UK senza un adeguato sostegno per…

Tempo di lettura < 1 minuto

Come in Italia le aziende del Regno Unito chiedono al governo di Boris Johnson adeguate misure di ristoro, per evitare il fallimento di piccole e grandi attività commerciali, di servizi e industria.

Anche easyJet ha avvertito che il nuovo blocco sta offuscando le previsioni di ripresa della compagnia.

A renderlo noto Bloomberg, easyJet non è l’unica azienda a rilanciare l’allarme.

Il nuovo lockdown nazionale per l’intero Regno Unito durerà almeno fino a metà febbraio, la Scozia rivedrà le restrizione a fine gennaio.

Le aziende stanno assumendo debiti ingenti, differendo le fatture fiscali, posticipando i pagamenti dei mutui e affrontando il portafoglio ordini vuoto; questo non può continuare indefinitamente“, ha detto Stephen Phipson di Make UK “Il governo deve ora portare avanti un piano globale per i prossimi sei mesi che fornisca certezza, stabilità e fiducia, compreso il supporto mirato per i settori critici”.

easyJet rivedrà il programma di volo, con l’obiettivo di mantenere collegamenti “essenziali” tra le principali città del Regno Unito e un piccolo numero di rotte internazionali.

easyJet sollecita l’uso dei tamponi in aeroporto per consentire i viaggi aerei.

Sempre easyJet secondo Bloomberg ha rilanciato l’appello del settore ad adottare i test rapidi negli aeroporti, il Times ha riferito che il governo starebbe per adottare misure in tal senso.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi