easyJet

easyJet 2015-2019, il margine di Venezia

Nel 2019 easyJet ha trasportato oltre 3.4 milioni di passeggeri da e per Venezia + 10% rispetto al 2019, con oltre il 30% di quota di mercato, prima compagnia per le destinazioni domestiche.

Dati molto buoni che però hanno fatto registrare un margine sui profitti di poco negativo, lo 0.88%, bricciole, nulla di preoccupante anche perchè il 2019 è stato un anno di investimenti su VCE con nuove destinazioni.

Venezia è sempre stato un aeroporto ed una base strategica per easyJet ed i piani per il 2020 lo dimostravano.

Ma vediamo ora nel dettaglio dal 2015 al 2019 l’andamento di diversi importanti indicatori, che insieme ad altri, sono fondamentali per ogni decisione sul futuro della base di VCE.

annopaxcapacitàLFricavi (revenue)costiprofittomargine sul profittoprofitto/pax
20151.692.9191.860.56491,0%97,6087,3810,2310,48%6,0
20162.345.4972.577.84091,0%123,85130,40-6,55-5,29%-2,8
20172.755.4902.978.17292,5%149,98148,801,571,05%0,6
20183.297.4353.613.61891,3%183,81197,55-13,74-7,47%-4,2
20193.425.5713.748.72291,4%206,02207,84-1,82-0,88%-0,5
i valori di ricavi , costi e profitto, sono espressi in milioni di euro fonte: Apex, rdcapex.com

Come si può vedere easyJet in 4 anni ha raddoppiato i passeggeri del 2015, da 1.692.919 a 3.425.571.

Ryanair a Venezia tra il 2018 e il 2019, come vedremo meglio in un successivo articolo, è passata da 252.971 passeggeri a 587,745, quasi raddoppiando la capacità, con un LF medio del 95,96%, non è prevista un ulteriore importante crescita sul Marco Polo, Ryanair punterà sulla nuova base di Treviso, dove baserà due aerei.

easyJet non ha subito un contraccolpo, anche easyJet è passata dai 3.297.435 di pax nel 2018 a 3.425.571 nel 2019, ovvero un +10%, migliorando notevolmente il margine sul profitto da un – 7,47% del 2018 ad un -0,88% del 2019.

Valori che indicano la crescita dei ricavi ma un LF che può essere migliorato, sicuramente nelle rotte e frequenze operate da VCE ci sono rotte che potrebbero essere ottimizzate, i costi sul Marco Polo sicuramente sono alti, ma anche questi potrebbero essere in parte abbassati, il personale della base in over crew, potrebbe utilizzare più il part-time, abbassando ulteriormente i costi.

In definitiva, un efficientamento della base di VCE rotte e personale, può migliorare i risultati di VCE già dal 2022, di certo non nel 2021.

Il Marco Polo, ha dimostrato in questi anni di avere un bacino di potenziali passeggeri, parte ancora da sfruttare, che con un adeguata crescita dell’offerta e le giuste destinazioni, cresce di anno in anno, bisogna saper però rispondere adeguatamente alla domanda e al target di clienti del nord-est, Venezia non è solo una destinazione turistica, la metà dei passeggeri del Marco Polo sono passeggeri out-coming. ovvero veneti che partono per lavoro o vacance.

Wizz può far tremare easyJet? Dipende da easyJet, Wizz Air potrà sicuramente attirare nuovi passeggeri, ma potrebbe convivere su VCE con easyJet senza troppo calpestarsi i piedi, semmai dovrà essere Ryanair a temere Wizz se Wizz continuerà ad operare rotte domestiche dal Marco Polo se non si sposterà anch’essa al Canova di Treviso, ma sembrerebbe che rimanga a VCE.

Per questi motivi uno o due aerei in meno si possono giustificare, 5 proprio no, almeno che easyJet non dica chiaramente, “non ci interessa più Venezia.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi