PLAY

PLAY decollerà il prossimo autunno

Tempo di lettura 2 minuti

Per parlarvi di PLAY devo partire da WOW air, il sogno di Skuli Mogensen, fondatore della compagnia islandese, Il primo volo il 31 maggio 2012, a marzo 2019 lo stop, dopo alcuni tentativi di salvarla, ma WOWair non poteva sparire ed infatti ecco arrivare un fondo USA che ne acquista il marchio e un nuovo vettore PLAY che ne assume parte dei dipendenti.

PLAY come WOW air avrà base a Reykjavik, Arnar Már Magnússon, il CEO anticipa che PLAY potrebbe decollare il prossimo autunno “Ha avuto molto successo, abbiamo trascorso le ultime settimane e mesi nella preparazione finale“.

In questi mesi in cui tutti sono fermati, mai visti i cieli così sgombri, mai viste le piste e le piazzole degli aeroporti sede di stoccaggio così pieni, ma in questi giorni in cui qualcosa inizia a muoversi, una notizia di questo tipo, che ovviamente è da prendere con le dovute precauzioni del caso, parlare di PLAY ci da la possibilità di pensare ad un ritorno alla normalità.

PLAY è adeguatamente finanziata ha detto il CEO, attualmente con 36 dipendenti, il ritardo della pandemia è servita per lavorare meglio sulla partenza in attesa del COA che non è ancora arrivato.

“Per noi, come la maggior parte delle persone, è davvero difficile prevedere quando iniziare a volare …, ma abbiamo molti scenari lassù da affrontare quando sarà il nostro primo volo, ma in sostanza siamo pronti . Siamo presenti in questo progetto da oltre un anno. Certamente è decollato, ma con questo staff potente e meraviglioso che rientra nei ranghi di Play, è andato incredibilmente bene nelle ultime settimane. “

Molti dipendenti di PLAY sono ex dipendenti di WOW Air e Arnar afferma che si basa sull’esperienza acquisita in WOW. “Sì, ci basiamo su quell’esperienza. All’interno ci sono persone con una grande esperienza nel settore dell’aviazione. La cosa buona di noi qui è che abbiamo accesso a ottimo personale che ha diritti su questo aereo e intendiamo usarlo in quanto questa è una grande macchina in questo sistema di rotte“.

Arnar afferma che tutto è pronto per quanto riguarda gli accordi di contrattazione collettiva con i futuri dipendenti. “Abbiamo negoziato con un sindacato su tutti questi accordi, sia piloti che assistenti di volo“.

Gli accordi per il leasing degli aeromobili sono già pronti ed oggi più che ieri saranno anche più accessibili, ad un costo inferiore, la compagnia inizierà con un solo aereo, ma afferma che la situazione è tale che può essere aumentata senza problemi, ora è il momento di lavorare per analizzare meglio la situazione dei mercati all’estero e vedere dove volare e da dove iniziare.

La situazione nel mercato dell’aviazione islandese è grave avverte Arnar Már Magnússon . “Non voglio andare direttamente a Icelandair. Abbiamo sicuramente attraversato così tante difficoltà qui e auguriamo loro tutto il meglio e speriamo che questo vada bene. Ci stiamo concentrando principalmente su noi stessi e iniziare, garantendo così la concorrenza per i passeggeri islandesi “.

Ma chi è Arnar Már Magnússon ? Arnar ha iniziato la sua carriera in Ryanair come pilota nel 2007, fino al 2014, anno in cui entra in WOW air sempre come capitano per assumere i ruoli di Chief Pilot, Director Of Flight Operations e infine Accountable Manager / VP Operations.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi