Ryanair

Ryanair, deciso lo sciopero dei piloti inglesi

Tempo di lettura 3 minuti

Il sindacato inglese BALPA ha annunciato due scioperi dei piloti Ryanair nel mese di agosto e settembre.

Secondo alcune fonti al voto nel quale veniva chiesto agli iscritti se erano o no favorevoli allo sciopero, hanno votato circa l’80% per il si, un adesione alta, che rispecchia i malumori che ancora sono presenti tra i piloti del vettore Irlandese.

Un nuovo problema per Ryanair, che ha già visto pesare e non poco, gli aumenti salariali che sono seguiti alle contrattazioni di questi ultimi anni, contribuendo ad una semestrale con i conti in rosso.

La votazione era già stata preannunciata  

Le agitazioni che sono decise per 22 e 23 agosto dalle 00:01 del 22 agosto alle 23:59 del 23 agosto e dalle 00:01 del 2 settembre alle 23:59 del 4 settembre

Si tratta ancora su una disputa sulla retribuzione, ritenuta ancora a livelli insufficienti e secondo quanto riferisce Sky News, per una serie di problemi con la compagnia aerea e la sua gestione dei rapporti con il personale.

Anche i piloti irlandesi voteranno questo fine settimana per un possibile sciopero.

La dichiarazione ufficiale di BALPA:

“Decenni di Ryanair che rifiuta di trattare con i sindacati ha portato a due cose: in primo luogo, un management che apparentemente non capisce come lavorare con i sindacati, e in secondo luogo una società che non ha un numero di accordi standard che qualsiasi sindacato ragionevolmente aspettarsi in qualsiasi posto di lavoro. “

“Questo è il motivo per cui il nostro reclamo include molte questioni tra cui le pensioni; perdita dell’assicurazione della licenza; prestazioni di maternità; assegni; e una struttura retributiva equa, trasparente e coerente.

“Non abbiamo fatto alcun progresso con il management di Ryanair in nessuna di queste aree, apparentemente perché il management di Ryanair non può capire come lavorare in modo costruttivo con noi o come negoziare. Ryanair non ha fatto alcuna offerta a Balpa per quanto riguarda i suoi piloti. “

Simple Flying ha contatto Ryanair per avere una risposta alle dichiarazione di BALTA:

“Siamo delusi dal fatto che il sindacato pilota BALPA minacci di interrompere i piani di viaggio dei nostri clienti a fine agosto, inizio settembre, quando ha il supporto di meno del 30% dei piloti britannici di Ryanair”.

La dichiarazione della compagnia aerea continua affermando che il voto di BALPA mostra che meno del 50% dei piloti britannici di Ryanair sono membri del BALPA, e di questi, solo il 57% ha votato a favore dell’azione industriale. Questo è meno del 30% dei piloti britannici di Ryanair.

La compagnia aerea continua a difendere se stessa e il suo trattamento dei suoi piloti affermando che l’anno scorso i piloti britannici di Ryanair hanno concordato un aumento di stipendio del 20%, con il Capitano Senior che ha guadagnato fino a £ 180.000 pa, che è più dei piloti di compagnie aeree concorrenti in Norwegian o Jet2 .

“Questo [piano di sciopero] è caduto appena 10 settimane prima della Brexit e causerà inutili interruzioni delle ferie e dei piani di viaggio dei clienti. Abbiamo scritto a BALPA chiedendo loro di tornare ai colloqui e ci scusiamo sinceramente con i clienti per qualsiasi incertezza sul fatto che il voto di BALPA possa causarli. Speriamo che BALPA lavorerà ora con Ryanair per ridurre al minimo le perdite di posti di lavoro invece di intraprendere azioni industriali mal giudicate e non tempestive. “

Periodo difficile per Ryanair

Non bastano i conti in rosso, nonostante un costante aumento dei passeggeri, l’annuncio fatto in prima persona da O’Leary dei licenziamenti e della chiusura di 3 basi (forse non solo quelle), ora tornano gli scioperi dei piloti inglesi e come vi ho anticipato prima, potrebbero scioperare anche quelli irlandesi, ma lo sapremo solo questo fine settimana.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi