Air Italy

Air Italy sfida Alitalia

Tempo di lettura 2 minuti

Air Italy sfida Alitalia, lo fa apertamente per voce di Rossen Dimitrov, Chief Operating Officer della compagnia, riunione al Ministero non ha risolto la questione “Olbia”.

Il 23 Marzo la Regione Sardegna diede il suo ok alla disponibilità di Air Italy per operare i voli da Olbia in continuità territoriale senza alcuna compensazione, innescando l’automatica decadenza del bando, ovvero anche Alitalia se vorrà operare nelle tratte comprese nei bandi, non avrà alcuna compensazione.

Nei giorni scorsi la risposta di Alitalia che si è detta a sua volta pronta di operare senza compensazioni da e verso Olbia, in quanto secondo il vettore: “non operare i collegamenti su Olbia, tra l’altro così a ridosso della data di avvio dei voli, comporterebbe conseguenze economiche peggiori rispetto al volare da e per Olbia senza compensazione”.

La sfida

Rossen, al margine della cerimonia per il volo inaugurale Milano San Francisco, commenta la decisione di Alitalia: “Al momento, escludo si possa operare entrambi. Ci sono troppe frequenze e perderemmo soldi tutte e due” .

Ma andiamo al punto della questione, oggetto della sfida, i bandi sono più di uno, uno per rotta, e al momento Air Italy ha accettato di volare solo da Olbia in continuità territoriale, per i motivi riportati in questo articolo.

Mentre gli altri bandi, rimangono ancora validi ed assegnati ad Alitalia che opererà da Alghero e Cagliari con le compensazioni previste.

Alghero e Cagliari

E’ quindi sugli scali di Alghero e Cagliari la sfida lanciata dallo Chief Operating Officer di Air Italy:  “Se Alitalia, come dice, ha a cuore il futuro della regione, la sfido a operare senza compensazione su Alghero e Cagliari, perché proprio Olbia? Se ci siamo resi disponibili a volare su questa città, anche rinunciando alle sovvenzioni, è perché lì abbiamo una base e dei lavoratori. Che onestamente, senza poter volare, non hanno più motivo di restare. Ecco perché Alitalia sta giocando con la vita di centinaia di famiglie, oltre a fare concorrenza sleale visti i 900 milioni di soldi pubblici di cui gode”.

Rossen sempre molto diretto e chiaro nei suoi messaggi, evidenzia come Alitalia, visto il contributo pubblico del prestito ponte, stia facendo “concorrenza sleale” (cit.).

La riunione al ministero dei Trasporti

Ieri la riunione tra il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e il governatore della Sardegna Christian Solinas, dove è stato decisa la proroga, dal 17 aprile prossimo e per 12 mesi, della continuità aerea sui collegamenti tra gli scali di Cagliari e Alghero e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate.

Sempre Dimitrov aveva commentato la riunione prevista: “Saremmo stupiti che possa partorire qualcosa di risolutivo. Per noi l’unica soluzione è che scelgano, o voliamo noi o Alitalia”.

Ed infatti su Olbia, l’unica cosa che è stata decisa è che entrambi gli operatori voleranno in regime di continuità territoriale con gli oneri legati alle tariffe concordate per i passeggeri sardi, ma senza compensazioni, rimane ora da vedere cosa succedere durante il tavolo, che Air Italy ha richiesto venga aperto tra le parti per concordare un piano comune per i voli da Olbia.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi