Boeing

Boeing B737 Max, indagini FBI

Tempo di lettura < 1 minuto

L’FBI ha aperto un inchiesta per indagare sull’iter che ha portato al rilascio della certificazione da parte della FAA per il B737 Max.

Lo riferisce il Seattle Times, l’FBI si unisce così al dipartimento di Giustizia e a quello dei Trasporti, che hanno già aperto delle inchieste per verificare il processo di certificazione ed escludere che vi siano state irregolarità.

Anche il Pentagono si è attivato per indagare i legami tra il Segretario alla Difesa pro-tempore, Patrick Shanahan, e la Boeing, che secondo alcune indiscrezioni avrebbe favorito Boeing, di cui era dipendente prima di diventare Segretario pro-tempore dopo l’uscita dal Pentagono di James Mattis.

Boeing intanto ha terminato lo sviluppo dell’aggiornamento del Software del B737 Max e la FAA avrebbe già autorizzato la diffusione, sono iniziate anche le procedure di aggiornamento di piloti e personale, mentre le autorità Europee ad esempio, attendono prima di dare il via libera.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi