easyJet Holidays

easyJet holidays punta al 7% del mercato UK

  • 3 mesi fa
  • 2minuti

Di quanto le percentuali possano trasmettere un messaggio errato o incompleto ne è la dimostrazione di un titolo come “EasyJet holidays punta a una crescita del 35% per il 2024”.

easyJet holidays, sta facendo un ottimo lavoro, va detto e le va riconosciuto, in 4 anni è cresciuta in un mercato difficile per un nuovo marchio, ma sicuramente interessante su molti aspetti, non solo per gli alti rendimenti, lo è anche per noi analisti che guardiamo con interesse e curiosità al mercato britannico dei viaggi e dell’aviazione.

E’ un mercato che è ripartito prima di tutti dopo la pandemia di Covid-19, in uscita dal Regno Unito per le “sacre” vacanze degli inglesi che come conferma una ricerca di easyJet, non hanno alcuna intenzione di privarsene, piuttosto ridurranno altre voci di spesa.

easyJet holidays punta ad una crescita del 35%

EasyJet holidays punta a una crescita dei passeggeri di oltre il 35% per l’anno finanziario 2024, ma attenzione perchè questo è il dato più importante, ovvero la sua quota di mercato, in un mercato dominato da Jet2 che crescerà ancora anche nel 2024.

EasyJet holidays mira ad aumentare la sua quota di mercato dal 5% al 7% nel 2024 ed anche confortata dalla continua forte domanda, nonostante l’inflazione in UK, prevede anche di poter aumentare i prezzi, anche sei di poco ed ha già venduto il 30% dell’offerta in vendita per la S24.

Nel 2023, come anche per easyJet, il margine di profitto è cresciuto, se per easyJet rispetto al 2019 non c’è crescita per il numero di passeggeri, ma le tariffe più elevate e le ancillary, hanno consentito un utile da record, per easyJet holydays invece c’è sia un aumento dei clienti e di pacchetti venduti che un aumento delle tariffe, il solo segmento delle vacanze ha registrato un utile di 122 milioni di sterline, 1/4 del totale degli utili del gruppo di 455.