Volotea

I 10 anni di Volotea in Veneto

  • 1 anno fa
  • 5minuti

La base Volotea di Verona è stata aperta ufficialmente il 4 novembre 2015, oggi esattamente 7 anni dopo, dopo aver celebrato a Venezia lo scorso aprile i 10 anni di Volotea, è stata l’occasione, questa volta a Verona, di fare il punto della situazione sui piani di Volotea in Veneto per il 2023, in particolare sul Catullo di Verona.

Il 4 novembre 2015 Volotea inaugurò la base con due Boing B717 e 13 destinazioni: 8 in Italia e 5 all’estero, oggi Volotea dopo aver trasportato da Verona 4,7 milioni di passeggeri, mette in vendita nel 2023 da/per Verona 600.000 posti.

Volotea collegherà il Catullo con 4 Paesi, per un totale di 13 destinazioni, 9 delle quali esclusive.

Numeri molto positivi che classificano Volotea primo vettore a Verona per numero di destinazioni.

Volotea collega Verona con 13 destinazioni, 9 delle quali esclusive, in 4 Paesi: Italia (Alghero, Cagliari, Catania, Olbia, Lampedusa, Pantelleria e Palermo), Grecia (Atene, Heraklion/Creta, Santorini e Zante), Francia (Parigi Charles de Gaulle) e Spagna (Barcellona).

Volotea collega Venezia con 24 destinazioni, 13 delle quali in esclusiva, in Italia (Lampedusa, Pantelleria, Catania, Napoli, Olbia e Palermo), Grecia (Atene, Mykonos, Karpathos, Skiathos, Santorini e Zante), Francia (Lourdes, Lille, Bordeaux, Lione, Marsiglia, Nantes e Nizza), Spagna (Bilbao, Saragozza e Malaga), Germania (Hannover) e Lussemburgo.

Venezia e Verona

All’inaugurazione del 2012 della base di Venezia, è seguita nel 2015 quella di Verona e questo investimento ha consentito alla compagnia di instaurare un solido e duraturo rapporto con il tessuto economico del Nord-Est.

Grazie alle sue due basi, Volotea ha contribuito ad incrementare i flussi turistici da e per gli scali e ha creato numerose opportunità occupazionali, impiegando lavoratori locali. Il vettore stima infatti, nel solo 2022, di aver creato in Veneto circa 200 posti di lavoro, 80 dei quali a Verona.

Anno dopo anno, la compagnia ha saputo conquistare la fiducia dei suoi passeggeri veneti e i risultati raggiunti negli ultimi mesi lo confermano: presso l’aeroporto di Verona, dall’inizio del 2022 a ottobre, sono stati trasportati ben più di mezzo milione di passeggeri. Inoltre, presso lo scalo, la compagnia ha operato più di 3.000 voli, totalizzando un load factor del 94% e un tasso di raccomandazione attorno all’83%: ciò significa che più di 8 passeggeri su 10 consiglierebbero Volotea ad amici e parenti. Un trend positivo che trova riscontro anche a Venezia: nello stesso periodo dell’anno, al Marco Polo, sono stati circa 600.000 i passeggeri trasportati, più di 630 i voli totali, mentre il tasso di raccomandazione si è attestato intorno al 77%.

Volotea e il Veneto

In questi dieci anni di attività il vettore, oltre ad aver registrato eccellenti performance operative che rispecchiano la serietà e l’attenzione nei confronti dei suoi clienti, ha anche promosso l’interesse verso tematiche come la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale.

In Veneto, per esempio, Volotea ha contribuito al restauro di importanti opere, come la balconata sansoviniana di Palazzo Ducale in Piazza San Marco o le opere danneggiate durante la Prima Guerra Mondiale custodite presso il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno, classificatosi primo al programma di mecenatismo culturale #Volotea4Veneto

Non va dimenticato infine che, sempre in Veneto, qualche settimana fa Volotea ha celebrato un altro importante risultato: proprio a Verona, la low-cost ha festeggiato i suoi 45 milioni di passeggeri, un obiettivo che rafforza ulteriormente il legame tra la compagnia e il polo aeroportuale del Nord Est.

“Siamo davvero felici di festeggiare il traguardo dei 10 anni di attività: siamo presenti sin dal nostro esordio in Veneto, una regione in cui abbiamo investito molto e in cui ci sono 2 delle nostre basi operative. Siamo cresciuti tanto dal nostro primo volo, grazie alla fiducia che i nostri passeggeri ci hanno accordato, al supporto del Gruppo SAVE e di tutte le autorità locali che ci hanno sostenuto in questo continuo percorso di sviluppo e rafforzamento. I successi ottenuti fino ad oggi ci ripagano degli investimenti stanziati nel corso degli anni! In Veneto vogliamo mantenere un costante livello di impegno, offrendo un portfolio di destinazioni e voli in linea con le esigenze di viaggio dei nostri passeggeri: non è un caso che, recentemente, siano state inaugurate da Verona le rotte alla volta di Barcellona e Parigi – Charles de Gaulle, fortemente richieste dai viaggiatori – ha affermato Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea -. In questi 10 anni, Volotea ha contribuito in modo significativo al miglioramento della connettività della Regione con il resto del Paese e dell’Europa, attraverso voli comodi e agevoli. Siamo certi che, con un’offerta così ricca come quella in programma per le basi di Venezia e Verona, anche il 2023 sarà un altro anno all’insegna dello sviluppo di nuove importanti sinergie e di grandi traguardi”.

Da sinistra: Elisa De Berti Vice Presidente e Assessore a Affari legali – Lavori pubblici – Infrastrutture – Trasporti, Monica Scarpa AD del Gruppo SAVE, Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea e Valeria Rebasti, Coutnry manager di Volotea.

“Per i nostri aeroporti, Volotea rappresenta un partner importante, che ha saputo costruire un dialogo diretto e continuativo con il territorio, assecondandone le esigenze di mobilità e proponendo sempre nuovi mercati. A Verona, in particolare, la compagnia ci ha fortemente supportato nel far crescere l’aeroporto e nell’ampliarne progressivamente l’offerta di voli, rafforzata dall’apertura di una sua base operativa, diventando la prima compagnia del Catullo per destinazioni raggiunte – ha dichiarato Monica Scarpa, Amministratore Delegato del Gruppo SAVE e di Catullo –. La stagione estiva degli aeroporti di Venezia e Verona si è chiusa con successo, portando il volume dei passeggeri complessivi dei due scali a 10,6 milioni da gennaio a ottobre. Un risultato a cui hanno fortemente contribuito Volotea e il lavoro di squadra portato avanti con la compagnia”.

Nella foto copertina: Da sinistra: il sindaco di Verona Damiano Tommasi, Elisa De Berti Vice Presidente e Assessore a Affari legali – Lavori pubblici – Infrastrutture – Trasporti, Monica Scarpa AD del Gruppo SAVE, Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea e Valeria Rebasti, Coutnry manager di Volotea.