Aeroporti di Milano SEA

Prosegue percorso NetZero 2030 di SEA, accordo con easyJet

  • 2 anni fa
  • 4minuti

SEA, gestore degli aeroporti di Milano Malpensa e Linate, continua a lavorare per raggiungere l’obbiettivo per entrambi gli scali di essere NetZero dal 2030.

Dopo aver siglato accordi di partnership con Eni, Snam ed Airbus, oggi ha siglato un accordo anche con easyJet, primo operatore a Milano Malpensa.

Per raggiungere l’obbiettivo del NetZero dal 2030 è fondamentale che tutti gli stakelholders facciano la propria parte, un aeroporto è un ecosistema in cui ogni soggetto deve fornire il proprio contributo anche per la sostenibilità di tutte le operazioni in volo e a terra.

SEA e ENI

Con Eni SEA ha sottoscritto un accordo per promuovere iniziative di de-carbonizzazione del settore aereo e accelerare il processo di transizione ecologica dei due aeroporti.

L’intesa estende la collaborazione avviata nel dicembre 2021 per l’aviazione generale con SEA Prime di biocarburanti (SAF), all’aviazione commerciale, nonché per la fornitura di biocarburante idrogenato HVO puro (Hydrotreated Vegetable Oil) per la movimentazione dei mezzi a terra.

Eni è il secondo produttore di biocarburanti HVO in Europa, grazie alla tecnologia proprietaria Ecofining™, che consente anche di produrre carburanti sostenibili per l’aviazione (SAF) da materie prime di origine vegetale e di scarto, attualmente questo tipo di carburante viene prodotto nella bio-raffineria Eni di Porto Marghera, verrà prodotto anche a Gela.

SEA e Snam

Snam realizzerà a Malpensa il primo impianto di produzione di idrogeno in un aeroporto italiano, per rifornire i mezzi di terra.

Sarà il primo in Italia e porra’ le basi per un aviazione sempre più sostenibile del futuro, più concretamente perché già circolanti, l’utilizzo di mezzi a terra ad emissioni zero, alimentati a idrogeno, in provincia di Bolzano alcuni bus sono alimentati proprio ad idrogeno, prodotto in una modalità simile a Malpensa.

L’impianto e’ parte del progetto “Olga” a cui ha preso parte anche il gruppo ADP che controlla gli aeroporti di Parigi CDG e OLY, Air France e l’aeroporto di Zagabria.

SEA e Airbus

Con Airbus invece il focus è l’idrogeno, nel febbraio 2022 le due società hanno siglato un “Memorandum of Understanding” che li vedrà impegnati nello studio e implementazione di progetti per la distribuzione dell’idrogeno negli aeroporti di Milano.

Secondo le previsioni, nel 2035, Airbus produrrà i primi aerei alimentati ad idrogeno, tali previsioni implicano necessariamente anche un’accelerazione da parte degli aeroporti dello studio e della realizzazione di impianti per rifornire i nuovi aerei.

Le due società intendono unire le rispettive competenze per supportare la de-carbonizzazione del trasporto aereo e definire le esigenze concrete e le opportunità che l’idrogeno potrà garantire al comparto aeronautico.

L’accordo riguarderà soprattutto una serie di studi di fattibilità finalizzati, nel breve periodo, allo sviluppo di un hub per il rifornimento di idrogeno per uso non aeronautico, nonché dello sviluppo di infrastrutture per l’uso di idrogeno nell’aviazione nel lungo periodo.

SEA e easyJet

Con easyJet ha firmato questa mattina una Lettera di Intenti con l’obiettivo di collaborare allo sviluppo di una gestione più efficiente e sostenibile delle operazioni aeroportuali negli scali milanesi, essendo easyJet a Malpensa ma non a Linate, il primo vettore.

SEA e easyJet intendono raggiungere l’obiettivo di un volo a zero emissioni entro il 2050.

L’accordo stipulato tra easyJet e SEA definisce le aree su cui le due società lavoreranno insieme, ovvero l’uso di SAF, i requisiti infrastrutturali collegati alla propulsione a idrogeno, il miglioramento nella gestione e nel riciclo dei rifiuti, oltre all’utilizzo a terra di mezzi a zero emissioni.

Le parti, inoltre, creeranno un gruppo di lavoro che si incontrerà regolarmente e monitorerà il progresso delle singole iniziative sviluppate nell’ambito di questa collaborazione.

Airbus A320 easyJet a Milano Malpensa

Armando Brunini, Amministratore Delegato di SEA, ha commentato:SEA, da tempo impegnata nella tutela dell’ambiente, è consapevole che se si vuole centrare l’obiettivo di un trasporto aereo a emissioni zero entro il 2050, occorre accelerare le iniziative e moltiplicare le collaborazioni. Questo accordo con easyJet, prima compagnia aerea per voli e passeggeri a Malpensa, permetterà di fare un salto di qualità su vari fronti impattanti la sostenibilità ed in particolare sulla progressiva introduzione di carburanti sostenibili.”

Lorenzo Lagorio, Country Manager di easyJet Italia, ha detto:La decarbonizzazione dell’aviazione rappresenta uno sforzo trasversale all’intero settore che tutte le parti coinvolte devono intraprendere in maniera congiunta. […] L’accordo firmato oggi con SEA dimostra la volontà di easyJet di voler ricercare continuamente modi per rendere le proprie operazioni sempre più sostenibili e di volerlo fare lavorando a stretto contatto con tutti i partner coinvolti. Spinti dal desiderio di imprimere un vero cambiamento nel settore dell’aviazione, non vediamo l’ora di iniziare a lavorare insieme a progetti innovativi in grado di rendere gli aeroporti di Malpensa e Linate ancora più efficienti e sostenibili.”