easyJet

easyJet riceve IEnvA Stage 1 IATA

  • 2 anni fa
  • 2minuti

easyJet è l’unico vettore low-cost che opera nel Regno Unito con un EMS verificato IEnvA Stage 1.

easyJet è anche il primo membro non IATA a partecipare al processo di accreditamento IEnvA, un sistema di valutazione riconosciuto a livello mondiale progettato per valutare in modo indipendente e contribuire a migliorare la gestione ambientale di una compagnia aerea.

IEnvA IATA

IEnvA è un programma volontario che aiuta le organizzazioni a identificare, gestire, monitorare e controllare i propri problemi ambientali in modo olistico. Impegna le organizzazioni a rispettare gli obblighi ambientali ea migliorare continuamente le proprie prestazioni ambientali.

Il programma segue un processo graduale. easyJet ha completato con successo l’implementazione, la valutazione e la certificazione della fase 1 di IEnvA, ora si procederà per la certificazione Stage 2 quest’anno.

Jane Ashton, Direttore della Sostenibilità di easyJet, ha dichiarato: “Consideriamo la sostenibilità come una questione olistica in easyJet, che va dall’affrontare le nostre emissioni dirette di carbonio dal volo alla mitigazione del più ampio impatto ambientale delle nostre operazioni. Sono molto lieto di essere il primo vettore low cost del Regno Unito ad essere certificato dal programma di valutazione ambientale della IATA e ora lavoreremo per la nostra certificazione Stage 2″.

Sebastian Mikosz, Senior Vice President, Ambiente e Sostenibilità della IATA, ha dichiarato: “Siamo molto lieti che easyJet abbia collaborato con IATA e confidiamo che collaboreremo con loro per migliorare ulteriormente le loro pratiche di gestione ambientale. La recente certificazione IEnvA Stage 1 di easyJet testimonia un solido impegno per il raggiungimento della sostenibilità anche in tempi estremamente difficili per il settore. La sostenibilità ambientale è una sfida esistenziale per l’intero settore aereo. La IATA è orgogliosa di lavorare con le sue compagnie aeree membri, ma anche con le compagnie aeree non membri, per introdurre pratiche di gestione ambientale di livello mondiale nell’industria aeronautica”.

EasyJet ha anche aderito a “Race to Zero“, sostenuta dalle Nazioni Unite, impegnandoci a raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette di carbonio entro il 2050 e stabilendo un obiettivo provvisorio su base scientifica per il 2035.

Qui la lista di tutte le compagnie del mondo che hanno aderito a IEnvA di IATA

L'UE darà il via libera all'acquisizione di ITA Airways a Lufthansa, ponendo alcune condizioni, il via libera ufficiale entro il 4 luglio.

X