Air France

Air France-KLM e Mermec per una mobilità area più…

Tempo di lettura 3 minuti

MERMEC entra nel programma SAF Corporate di Air France e KLM per ridurre l’impatto ambientale dei suoi spostamenti aerei

Il gruppo Air France-KLM e Mermec hanno firmato un accordo che consentirà alla multinazionale high-tech del settore ferroviario di effettuare delle scelte più responsabili per i suoi viaggi di lavoro.

Sostenendo il programma “Corporate Biofuel” di Air France-KLM, che prevede la transizione dall’uso di combustibili fossili convenzionali al SAF (Sustainable Aviation Fuel), MERMEC potrà ridurre l’impatto sull’ambiente dei viaggi aerei del suo personale di almeno il 75%, rafforzando ulteriormente l’impegno e le iniziative intraprese nel quadro degli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e di Global Compact, di cui la sia Air France–KLM che Mermec fanno parte.

La produzione di carburanti sostenibili per l’aviazione è, assieme al continuo rinnovo della flotta, di fondamentale importanza per raggiungere gli obiettivi di riduzione di CO₂ nel nostro settore. Ultimamente abbiamo aggiunto due nuove tappe lungo questo percorso: la consegna ad Air France del primo dei 60 Airbus A220, un aereo di nuova generazione in grado di ridurre del 20% le emissioni di CO₂, e l’accordo con Mermec. Grazie a questo accordo saremo in grado di raggiungere i nostri obiettivi molto più rapidamente, stimolando la disponibilità di carburante per aviazione sostenibile su larga scala rendendone il prezzo più competitivo rispetto ai combustibili fossili “, ha affermato Fabio Andaloro, Direttore Vendite Air France-KLM Italia.

“Il supporto al programma SAF Corporate di Air France-KLM rappresenta un ulteriore passo nel percorso verso la sostenibilità che Mermec e l’intero Gruppo Angel hanno intrapreso ormai da tempo. L’ambiente è un bene primario e Mermec si impegna a salvaguardarlo, ricercando nelle proprie attività un equilibrio tra iniziative economiche e imprescindibili esigenze ambientali, in considerazione dei diritti delle generazioni future. Il sostegno all’introduzione di un biocarburante meno inquinante va in questa direzione e si affianca alle politiche e alle molteplici iniziative interne già avviate in azienda, come quelle relative all’autosufficienza energetica attraverso l’uso di pannelli fotovoltaici, alla tutela delle risorse idriche e al riciclaggio o riutilizzo di materiali di scarto. Continuare questo percorso avendo da oggi come partner strategico Air France-KLM che ci aiuterà a ridurre le emissioni di CO₂negli spostamenti aerei per servire i nostri clienti nel mondo, certificandoci inoltre la riduzione dell’impatto ambientale, è per noi motivo di grande soddisfazione”, ha dichiarato Angelo Petrosillo, VP International Sales di Mermec.

Il programma SAF (Sustainable Aviation Fuel) lanciato da Air France-KLM propone alle aziende di svolgere un ruolo attivo nel futuro dei viaggi sostenibili

Attraverso il programma SAF, i clienti corporate di Air France e KLM, dopo aver stimato le emissioni di CO₂associate ai loro viaggi, possono determinare il contributo annuale che desiderano apportare a tale programma.

Il gruppo Air France-KLM investe tutti i contributi nella fornitura e nell’uso di carburante sostenibile per l’aviazione. Ciò sosterrà la creazione di un’industria del carburante sostenibile che garantisca un trasporto aereo sempre più eco-responsabile.

Combustibili sostenibili per l’aviazione, leve fondamentali per la riduzione delle emissioni di CO₂

Air France e KLM sono coinvolte da molti anni in programmi di ricerca e sviluppo nel campo dei combustibili alternativi. Nel 2011 le due compagnie aeree sono state tra le prime ad operare voli commerciali con combustibili sostenibili, dimostrando che è possibile l’utilizzo di un’energia alternativa ai combustibili fossili. In questo contesto

Lo scorso mese di febbraio, KLM ha operato per la prima volta al mondo (sulla rotta tra Amsterdam e Madrid) un volo passeggeri realizzato parzialmente con cherosene sintetico prodotto in modo sostenibile.

Nel 2020 Air France si è impegnata con i leader aziendali per sostenere 6 nuovi programmi di produzione in Europa, incluso il cherosene sintetico prodotto in modo sostenibile.

Oggi, i carburanti sostenibili per l’aviazione possono essere ottenuti da oli usati, prodotti di scarto e residui forestali. Possono essere incorporati nel carburante per aeromobili senza alcuna modifica al motore. Il suo utilizzo può ridurre le emissioni fino all’80% rispetto al carburante convenzionale.

La sfida principale oggi è lo sviluppo di un’industria sostenibile a cui i clienti corporate di Air France e KLM possono dare un contributo concreto come parte attiva alla riduzione delle emissioni di CO₂.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017