British Airways Airbus A380 British Airways

BA potrebbe abbandonare Gatwick, lasciando a Wizz Air

Tempo di lettura 2 minuti

British Airways, dopo l’inizio della pandemia, ha deciso di concentrare tutti i voli per la capitale del Regno Unito nel suo HUB di Heathrow, non solo per una questione di slot, ma per uno scenario ormai cambiato e una ristrutturazione delle operazioni che ha permesso una riduzione dei costi.

Rumors confermano che BA potrebbe non tornare più a Gatwick, da dove effettuava anche alcuni voli a lungo raggio, il mese scorso è stato lo stesso CEO di IAG ha commentare la questione.

Luis Gallego, CEO di IAG ha dichiarato il mese scorso che: “Gatwick è una decisione importante che dobbiamo prendere come gruppo. È vero che abbiamo il problema con gli slot. [Hanno] un valore strategico, ma dobbiamo essere competitivi lì. Questa crisi cambierà il profilo della domanda. Quindi stiamo analizzando le diverse opzioni”.

British Airways, attualmente e anche in futuro, potrebbe gestire tranquillamente il suo network per Londra a Heathrow, che sarà anche ridotto rispetto alla capacità pre-pandemia, dovrà essere ancora più ottimizzato e Gatwick potrebbe quindi non essere più necessario per BA.

Gli slot che comunque perderebbe allo scadere della deroga, se a LGW è meglio lasciarli, a LHR è necessario utilizzarli al meglio , perchè molto più preziosi di LGW, non solo dal punto di vista del valore commerciale, ma strategico per il network ed il modello di business.

A Gatwick potrebbe quindi aprire definitivamente la strada a Wizz Air, in casa easyJet, che non avrebbe la necessità di acquistarli in quanto quelli che possiede sono già sufficienti per tutte le sue operazioni che ricordiamo non essere più solo incentrate sul traffico aereo del Regno Unito, acquistare in massa slot su LGW sarebbe economicamente non sostenibile e giustificata solo da proteggere se stessa dall’ascesa di Wizz a LGW.

Wizz Air è pronta ad una crescita aggressiva nel Regno Unito e non solo da Luton e Gatwick, Wizz Air UK e’ in trattative anche per nuove basi nel Regno Unito,nei giorni scorsi l’annuncio delle prime rotte domestiche, piccoli passi che diventeranno un “espansione aggressiva” che includerà piani per aggiungere tra 200 e 300 nuove rotte in UK.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017