Ryanair

UK: O’Leary ottimista, attenzione alle tariffe del 2022.

Michael questa mattina sta facendo il giro dei media britannici, tra cui BBC Breakfast, a cui ha espresso tutto il suo ottimismo, grazie alle vaccinazioni.

“Il programma vaccinale del Regno Unito ha avuto uno straordinario successo. Siamo fino al 60% della popolazione adulta che ha ricevuto la prima dose.I paesi europei lo riconoscono. Stanno iniziando a revocare le restrizioni sui visitatori in entrata nel Regno Unito.” Ma il problema rimane la lista ambra.

I primi voli verso il Portogallo questa mattina, il primo da Londra Gatwick è stato quello di TUI, “Siamo molto fiduciosi che l’Italia e la Grecia verranno aggiunte alla lista verde prima della fine di maggio, e la Spagna arriverà poco dopo”.

E’ tornato sull’argomento tariffe, lo dice da tempo che saranno più basse questa estate “Nel 2021 i prezzi saranno più convenienti perché tutte le compagnie aeree operano con prenotazioni anticipate molto inferiori rispetto a quelle che abbiamo mai avuto prima a causa delle restrizioni di viaggio”, infatti questa estate come la scorsa, le prenotazioni maggiori sono effettuate con un breve anticipo, non c’è stata una programmazione anticipata.

Nel 2022 potrebbero invece aumentare, poiché il numero di posti sarà inferiore del 25% rispetto a prima della pandemia a causa del collasso delle compagnie aeree o della riduzione delle loro operazioni: “non ho dubbi che i prezzi aumenteranno, in particolare durante i picchi dei fine settimana festivi, il periodo dei viaggi delle vacanze scolastiche, ma ciò non influirà sulle prenotazioni per l’estate 2021.”

Presentati oggi i dati dell’anno finanziario appena chiuso, il FY21il più impegnativo nei 35 anni di storia di Ryanair

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017