Johan Lundgren CEO di easyJet Coronavirus Covid-19

easyJet, Lundgren nessun passo indietro sull’Italia

Tempo di lettura < 1 minuto

Per ora nonostante il piano di emergenza per l’impatto dell’epidemia di coronavirus, easyJet non farà alcun passo indietro sui piani per l’Italia.

L’Italia infatti è per easyJet un mercato importante ed è il CEO Johan Lundgren  a confermarlo in un intervista al Corriere.

“L’Italia è per noi, da sempre, un core market su cui continueremo a investire”.

La cautela è d’obbligo in questi casi e come facevo notare in un mio articolo di ieri molto probabilmente easyJet sarà il vettore meno colpito dal calo della domanda dovuta al Coronavirus.

Calo che ha costretto anche easyJet a tagliare circa 500 voli fino alla fine di marco, appena il 10% del totale.

Lundgren conferma il posizionamento su Malpensa e Napoli di due nuovi Airbus, Capodichino avrà quindi gli stessi aerei della base di Venezia, la prima base di easyJet in Italia.

Conferma inoltre le due nuove rotte su Comiso da Berlino e Milano Malpensa.

Un piano di emergenza ci tiene a sottolineare Lundgren in linea con l’Operational Resilience Programme, realizzato anche per essere pronti in caso di emergenze di alto livello come in questo caso.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi