Coronavirus Covid-19

Congedi volontari non retribuiti per il personale non necessario.

Tempo di lettura 2 minuti

E’ una delle misure che hanno deciso di adottare alcuni vettori per ridurre l’impatto dell’epidemia di Coronavirus Covid-19.

La riduzione delle frequenze in particolare per la seconda metà di marzo, che potrebbero essere nel caso peggiore prolungate, per poi prevedere una ripresa con la Summer 2020, richiedono anche un minor numero di personale operativo e quindi una flessibilità di questo tipo, prevista dalla normativa vigente è una valida soluzione da adottare nel breve periodo.

Attualmente in base al contratto delle singole compagnie aeree che di norma, ma non sempre si allinea a quello del contratto di settore per il personale navigante, non prevede un minimo di giorni lavorati, ma solo un minimo mensile ( in termini di retribuzione ) , ciò vuol dire che il vettore non sarà per forza costretto ad utilizzare la forma del congedo non retribuito, anche se questo porterebbe un ulteriore diminuzione dei costi.

I vettori come easyJet e il gruppo Lufthansa però hanno giustamente comunicato che potrebbero usufruire di questo strumento, in quanto dovevano darne comunicazione agli investitori, ed hanno immediatamente informato tutti i dipendenti

Tale strumento deve essere visto come una sorta di contratto di solidarietà, per il quale non vi sono ancora le condizioni per richiederlo e comunque richiederebbe tempi più lunghi.

E’ uno strumento che garantisce i lavoratori e che potrà essere utilizzato all’interno di certo limiti.

Non sappiamo inoltre al momento l’entità dei tagli e quindi non possiamo neanche fare una previsione su quanto personale sarà “momentaneamente in esubero”.

E’ anche giusto sottolineare come non sia da nessun vettore stata previsto alcun taglio del personale, in termini di risorse e quindi non sono previsti licenziamenti.

La situazione attuale è solo momentanea e hanno fatto bene le compagnie aeree ad adottare tutti gli strumenti in loro possesso per limitare il danno il più possibile, così da poter poi riprendere la normale operatività nel più breve tempo possibile.

Articoli di riferimento

Riduzione dei costi anche per easyJet

Tempo di lettura 2 minuti

Una presa di posizione netta senza nascondere l’impatto negativo che il coronavirus Covid-19 avrà sui conti 2020

Non solo tagli di frequenze ma anche altri tagli sui costi, anche del personale, nessun licenziamento.

LH taglia i costi per il Coronavirus

Tempo di lettura < 1 minuto

Blocco delle assunzioni e congedi non retribuiti per diminuire l’impatto dell’epidemia di Coronavirus

Il gruppo Lufthansa afferma che al momento non è possibile stimare con precisione l’impatto che l’epidemia potrà avere sui conti del gruppo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi