Brexit Brexit

Brexit: deputati europei preoccupati per i diritti dei cittadini

Tempo di lettura 2 minuti

In un comunicato stampa del parlamento europeo successivo alla chiusura della sessione plenaria di oggi, viene espressa la preoccupazione dei deputati per i diritti dei cittadini, dopo la brexit

Pensavamo che i passaggi istituzionali fossero ormai completati ed invece non è così, per entrare in vigore, l’accordo di recesso tra l’Unione europea e il Regno Unito deve essere approvato dal Parlamento europeo a maggioranza semplice dei voti espressi (articolo 50, paragrafo 2, del trattato sull’Unione europea).

I deputati sono preoccupati per i diritti dei cittadini dell’UE e del Regno Unito, compresa la libera circolazione.

Il Parlamento sottolinea che sono necessarie garanzie sulla protezione dei diritti dei cittadini per garantire il proprio consenso all’accordo di recesso.

In una risoluzione adottata mercoledì, i deputati fanno il punto sui diritti dei cittadini nel contesto della Brexit e sottolineano che il loro consenso all’accordo di recesso terrà conto delle “esperienze acquisite e delle assicurazioni fornite” sulla loro protezione.

Il Parlamento esprime preoccupazione in particolare per l’approccio basato sulle domande utilizzato nel sistema di insediamento dell’UE nel Regno Unito, l’assenza di prove fisiche per i candidati prescelti e la sua accessibilità, tra le altre questioni.

I deputati mettono in dubbio l’istituzione e l’indipendenza dell ‘”autorità indipendente” del Regno Unito prevista nell’accordo di recesso, affermando che sarebbero favorevoli all’istituzione di un meccanismo di controllo congiunto Parlamento europeo – Parlamento britannico.

Il testo adottato invita a lanciare campagne di informazione per preparare i cittadini ed esorta i governi degli Stati membri dell’UE27 ad adottare misure coerenti e generose per garantire la certezza del diritto ai cittadini del Regno Unito residenti nel loro territorio.

La risoluzione è stata adottata con 610 voti a favore, 29 contrari e 68 astensioni a seguito di un dibattito di martedì incentrato in gran parte sul futuro della libertà di circolazione e sulla limitazione dell’impatto della Brexit sulla vita dei cittadini.

Il Parlamento voterà l’accordo di recesso dopo il completamento del processo di ratifica nel Regno Unito.

La seconda parte dell’accordo di recesso protegge i cittadini dell’UE nel Regno Unito e i cittadini del Regno Unito in altri paesi dell’UE, nonché le loro famiglie.

Secondo le sue disposizioni, tutti i diritti di sicurezza sociale previsti dal diritto dell’UE saranno mantenuti e i diritti dei cittadini saranno garantiti per tutta la loro vita.

Tutte le procedure amministrative pertinenti devono essere trasparenti, regolari e snelle.

L’attuazione e l’applicazione di questi termini sarà supervisionata da un’autorità indipendente con poteri equivalenti a quelli della Commissione europea.


link utili

testo originale del comunicato stampa

Adopted text (15.01.2020) Video recording of the debate (14.01.2020) Procedure file  – EP resolutions and composition of the EP Brexit Steering group More information 

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi