Star Alliance Alitalia

il futuro di Alitalia è in Star Alliance ?

Lufthansa è fortemente interessata ad Alitalia, ma ad una compagnia ristrutturata, solo in quel caso si è resa disponibile ad investire dai 150 ai 200 milioni di euro.

Lufthansa però fa parte di un alleanza diversa rispetto ad Alitalia, LH Star Alliance, mentre AZ SkyTeam, un entrata del vettore tedesco in Alitalia, comporterebbe ovviamente un passaggio della compagnia italiana nell’alleanza Star Alliance, con quali benefici per AZ?

Lufthansa mentre mette precise condizioni per un investimento e l’entrata in Alitalia, si è però resa disponibile da subito ad una partnership commerciale, che potrebbe accompagnare AZ nella fase di ristrutturazione per preparare il vero ingresso di Lufthansa nel capitale.

LeJoint Venture ovvero accordi commerciali tra compagnie aeree concorrenti, anche solo per alcune direttrici, come nel caso di Delta, membro dell’alleanza SkyTeam, con Virgin Atlantic che è però rimasta fuori da qualsiasi alleanza, sono importanti per sviluppare e controllare un mercato come quello ad esempio delle rotte UK-USA.

Alcuni analisti ritengono che Alitalia non possa lasciare così facilmente SkyTeam e rimangono dubbiosi su questa possibilità, ma c’è un esempio concreto di qualche giorno fa che invece confermano questa possibilità, Air Europa acquistata da IAG tramite Iberia.

Anche LATAM ha annunciato che intende abbandonare l’alleanza oneworld, dopo l’annuncio di  Delta di aver acquistato il 20% della compagnia.

Lufthansa, Eurowings, Redditività

Il gruppo Lufthansa è in Star Alliance com SWISS, Austrian e Brussels Airlines, solo Eurowings è rimasta fuori essendo la low-cost del gruppo.

A livello di copertura Star Alliance in Europa non avrebbe esattamente bisogno di Alitalia, ma un ingresso di Alitalia nel gruppo Lufthansa porterebbe Alitalia a beneficiare di tutte le opportunità che un network così esteso e sviluppato offre alle compagnie membri.

Alcuni dubbi rimangono giustamente sullo spazio che Alitalia potrebbe avere nel network di Lufthansa, ma è chiaro che un investimento in Alitalia avrebbe come principale scopo quello di poter essere redditizio e quindi solo un Alitalia integrata nel gruppo con il suo giusto spazio e ruolo, porterebbe a questo risultato, ovvero un vettore in grado di competere alla pari con Austrian e Swiss.

Non ho volutamente inserire Lufthansa, in quanto a dimensione non è e non può essere paragonata ad Alitalia.

L’attuale scadenza per un piano di salvataggio è il 21 novembre, probabilmente ci sarà un uovo rinvio oppure verrà presa una decisione molto difficile per portare avanti un accordo con Lufthansa e procedere ad una ristrutturazione da cui Lufthansa vuole starne fuori per entrare solo successivamente.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi