easyJet

Travelport & easyJet lanciano Speak Now

Durante l’evento di Travelport a Venezia, easyJet ha lanciato il nuovo servizio Speak Now, frutto della collaborazione con Travelport Digital che ha fornito ad easyJet la piattaforma della sua APP.

L’app di easyJet introduce il comando vocale ed amplia il target di utilizzatori a chi ha difficoltà visive. Si tratta della prima funzione di ricerca vocale (in lingua inglese) all’interno di un’app mobile di una compagnia aerea ed è Travelport digital ad avere reso disponibile questa funzionalità.

Dialogflow e Google Cloud

La tecnologia utilizzata è quella disponibile nella piattaforma di Google Coud, Dialogflow, uno strumento di comprensione del linguaggio naturale, per creare conversazioni artificiali.

Daniel Young, Head of Digital Experience di Easyjet, spiega : “La nuova funzionalità permetterà domande udibili per determinare i criteri di prenotazione esatti richiesti dai clienti, semplificandone la definizione tra destinazione, data e aeroporti da cui desiderano volare”

SPEAK NOW: L’APP di easyJet parla con i viaggiatori

Vi parlavo in un mio precedente articolo di come uno strumento come la APP per un vettore possa essere un mezzo per migliorare l’esperienza cliente, e quindi anche una fonte per aumentare la redditività, con anche nuove fonti di guadagno, nonché ovviamente crescere dal punto di vista passeggeri.

Nel caso di easyJet la APP è stato il principale mezzo per la trasformazione digitale del vettore iniziata nel 2011 con Carolyn McCall ex CEO di easyJet.

TravelPort Digital è stato il partner di easyJet nell’implementazione della App dal 2011, con l’obbiettivo di facilitare la transizione verso un marchio full digital di easyJet, con l’uso di dispositivi mobili, con funzionalità per generare nuovi ricavi e aumentare il coinvolgimento del viaggiatore,  in un ottica complessiva di esperienza di viaggio, che inizia proprio dalla fase di acquisto del biglietto.

L’attuale versione della app è stata scaricata 34 milioni di volte mentre le prime versioni del 2009 e 2010 – realizzate da un’agenzia di marketing esterna – ottennero in due anni 134mila downloads.

Tante le funzionalità introdotte negli anni, grazie alla piattaforma di TravelPort digital che ha permesso ad easyJet di customizzare con successo l’applicazione che quest’anno ha vinto il primo premio al World Aviation Festival 2019, tra i finalisti a contendersi il primo posto, KLM, Turkish Airlines, Emirates e United Airlines.

Accessibilità

Un argomento di cui poco se ne parla, quando si parla di servizi offerti al passeggero da un vettore è l’accessibilità, che in termini informatici è rendere fruibile un applicazione o un sito web anche da persone con handicap visivi o acustici.

Con Speak Now ad esempio Daniel spiega di assolvere l’ulteriore obiettivo di ampliare l’accessibilità a persone con difficoltà visive.

Cormac Reilly, vicepresidente e responsabile globale di Travel Partners Solutions, si è occupato dello sviluppo della tecnologia per Easyjet: “La ricerca vocale conversazionale è un ottimo esempio di come stiamo utilizzando le ultime tecnologie, tra cui AI e Dialogflow di Google Cloud, per rendere l’esperienza di acquisto e la gestione dei viaggi continuamente migliore per tutti”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi