Norwegian

Problema per un volo Norwegian EWR-FCO il 5 settembre

Inconveniente fortunatamente senza alcuna conseguenza per i passeggeri del volo Norwegian dello scorso 5 settembre da New York a Roma, operato da EuroAtlantic Airways, costretto ad un atterraggio di emergenza a Gander (YQX).

Il problema tecnico, la cui causa non è stata resa nota si è verificato circa 3 ore dopo il decollo dall’aeroporto Newark Liberty (EWR), alcuni passeggeri rimasti anonimi, hanno riferito che la situazione che si è venuta a creare è stata “spaventosa”, l’equipaggio del volo e l’aeromobile ricordo non essere di Norwegian.

L’aeromobile è un Boeing B767-34P(ER) con 16 anni di vita, registrato con matricola CS-TST, in una configurazione base senza schermi individuali ne wi-fi, premesso che non rispetto gli standard di servizio di Norwegian, apprezzata per i suoi aeromobili e i servizi di bordo, sempre secondo i passeggeri, risultava “”piuttosto vecchio e fatiscente all’interno”.

Dal sito EuroAtlantic Airways, possiamo saperne qualcosa di più dell’aeromobile, a conferma di quanto riferito dal passeggero.

Norwegian

Norwegian al momento per alcuni problemi ai motori dei 787 utilizzati per il lungo raggio, è costretta a ricorrere al wet-lease di aeromobili di compagnie terze come in questo caso EuroAtlantic, ma anche la più affidabile Hi-Fly con l’Airbus A380.

Il Boeing B787 di Norwegian, pur senza nessun problema di sicurezza per i passeggeri ,hanno qualche problema ai motori Rolls Royce Trent 1000 di cui sono equipaggiati, l’ultimo incidente degno di nota, in Italia a Roma, dove l’aeromobile, appena partito da FCO è stato costretto a rientrare a Roma per un guasto al motore sinistro che ha cominciato a perdere pezzi.

Norwegian ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“A causa di un problema tecnico, il volo DY7194 da Newark a Roma, che è stato operato da EuroAtlantic per conto norvegese, è stato trasferito all’aeroporto internazionale di Gander.

L’aereo è atterrato normalmente e ai passeggeri è stata fornita la sistemazione in hotel fino a quando non è stato possibile organizzare un volo alternativo.

Ci scusiamo per gli eventuali disagi causati ai nostri passeggeri a causa di questo ritardo. “

Gestione della crisi

[pms-restrict]

La gestione del problema e la comunicazione con i passeggeri, anche se ha garantito l’atterraggio di emergenza senza alcun problema di sicurezza, è stata carente, anche qui i passeggeri riferiscono che: “l’equipaggio non era molto trasparente con nessuno durante tutta la gestione dell’emergenza”.

Indubbiamente ad effetto, ma comunque un errore imperdonabile in quanto a comunicazione da parte del capitano del volo che ha comunicato ai passeggeri che il volo “sarebbe atterrato a Gander o che la marina sarebbe dovuta venire a prenderci“.

Vorrei ancora una volta approfittare, prendendo spunto da quanto avvenuto nel volo Norwegian per ricordare quando sia fondamentale la comunicazione, in tutti i processi, pre, durante e post volo e di quanto sia più semplice di quanto si pensi.

Lo stress non può in nessun modo compromettere la lucidità della CREW e del Flight Deck durante situazioni di emergenza o anche semplici ritardi, situazioni di questo tipo si vengono a creare però, in particolare quando vi è un problema di comunicazione, nello specifico di lingua.

Time-line del volo

Il volo operato da EuroAtlantic Airways ha lasciato Newark, New Jersey diretto a Roma, alle 00:30 circa del 5 settembre 2019.

Circa tre ore di volo, dicono le fonti che dovevano effettuare un atterraggio di emergenza a Gander, Terranova a causa di “problemi tecnici”, come riportato dal capitano e dall’equipaggio.

Tutti i passeggeri sono stati accolti in hotel e successivamente sono stati informati che il volo sarebbe ripartito alle 20:00 del giorno dopo.

Euro Atlantic Boeing B767-34P(ER), scheda tecnica:

specs_cs_tst_tsu_tsv
[/pms-restrict]

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi