SWISS

SWISS semestrale negativa ma trimestrale in controtendenza

Tempo di lettura 2 minuti

Un primo semestre che segna un 24% in meno di utili ma un secondo trimestre in leggero utile.

Risultati ancora negativi per SWISS per la semestrale, che ha rettificato gli utili al lordo di interessi e imposte di 245 milioni di franchi per i primi sei mesi del 2019, calati del 24% rispetto all’anno precedente (primo semestre 2018: 322 milioni di franchi).

I ricavi totali del periodo sono stati sostanzialmente in linea con il livello dell’anno precedente a 2,58 miliardi di franchi.

Gli utili del primo semestre sono stati sostanzialmente ridotti dall’aumento delle spese di carburante.

Anche i costi di manutenzione sono aumentati rispetto ai livelli del 2018 poiché le recenti aggiunte alla flotta di aeromobili hammo subito la prima delle loro periodiche manutenzioni C Check.

Le sovraccapacità in Europa esercitano una notevole pressione sulle tariffe, con un conseguente calo dei ricavi unitari; e il risultato degli utili del primo semestre è stato influenzato anche da un calo duraturo della domanda nel segmento cargo, in particolare sulle rotte dell’Estremo Oriente.

Michael Niggemann, CFO SWISS:

Mentre i nostri guadagni del primo semestre per il 2019 sono stati inferiori ai livelli record raggiunti l’anno scorso, possiamo ancora essere soddisfatti di questo risultato EBIT rettificato, soprattutto in considerazione della difficile situazione del mercato. “Avevamo già tenuto conto dei maggiori costi di carburante e manutenzione, quindi questa tendenza degli utili del primo semestre è in linea con le nostre aspettative.

Un secondo trimestre con un segno leggermente positivo

I ricavi operativi del periodo sono aumentati dell’1% a 1,42 miliardi di franchi (secondo trimestre 2018: 1,40 miliardi di franchi). L’EBIT rettificato nel periodo è tuttavia diminuito del 10% a CHF 197 milioni (2 ° trimestre 2018: CHF 218 milioni1)).

Mentre al di sotto del livello registrato nell’anno record del 2018, questo è ancora il secondo miglior risultato del secondo trimestre nella storia di SWISS, ed è stato sostenuto tra l’altro da una migliore gestione della produzione, specialmente sulle rotte europee.

Previsioni per l’intero anno invariate

Mentre si prevede che i parametri aziendali generali rimarranno difficili, SWISS punta ancora a raggiungere un margine EBIT rettificato a due cifre per il 2019 nel suo insieme.

La società proseguirà ulteriormente l’ammodernamento della flotta nella seconda metà dell’anno, ricevendo i due Boeing 777-300ER aggiuntivi che sono stati ordinati a maggio 2018.

Thomas Klühr, CEO di SWISS

“Grazie ai nostri miliardi di investimenti, ora disponiamo di una delle flotte di aeromobili più avanzate d’Europa. Non è solo una buona notizia per i nostri ospiti: è anche un bene per l’ambiente. Il funzionamento di aeromobili efficienti è di gran lunga il contributo maggiore che una compagnia aerea può apportare per ridurre l’impatto ambientale delle attività di trasporto aereo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi