Air Italy

i 15 mesi sull’ottovolante di Air Italy

Per Air Italy sono stati quindici mesi sull’ottovolante, il rilancio con il nuovo nome, senza dimenticare le origini della compagnia, ovvero Meridiana.

Ma segnando un evidente cambio di passo e strategia commerciale, i nuovi aerei, le nuove rotte, il nuovo HUB di Malpensa che non ha dimenticato la storica base di Olbia.

Una crescita, sicuramente frutto di un piano industriale importante supportato dal socio Qatar Airways che ha permesso che tutto ciò potesse avvenire e che Air Italy, continui nella sua strategia di crescita anche nei prossimi anni.

Mesi in cui ci sono stati anche aggiustamenti in corsa, come la cancellazione di alcune rotte intercontinentali per focalizzarsi su altre e non da ultima, la continuità territoriale in Sardegna, che sembra essere per ora risolta in attesa del nuovo bando.

Senza dimenticare lo stop dei tre nuovi Boeing B737 Max, dopo i due incidenti che lo hanno portato ad uno stop a livello mondiale e non si ha ancora una data per il suo ritorno in servizio.

Un piccolo problema per Air Italy che è stata costretta per non modificare il proprio operativo a prendere in affitto due aeromobili da altre due compagnie, e ha creato alcuni problemi anche per le frequenze in continuità territoriale.

E la piccola guerra con intere pagine di giornale negli Stati Uniti ed un interrogazione di 11 senatori, al segretario di stato da parte di Delta, United e American Airlines, come se una compagnia piccola come Air Italy potesse far paura a tre colossi dei cieli.

La preoccupazione dei senatori è puntata nel ritenere che l’ingresso del vettore di Doha nell’ex Meridiana «violi l’accordo firmato agli inizi del 2018» tra Usa e il Paese mediorientale, andando così a rafforzare la posizione di American-Delta-United che dal 2015 accusa le tre big del Golfo persico (Emirates, Qatar Airways, Etihad) di volare con le sovvenzioni statali.

Vi invito a leggere un articolo di Leonard, molto ben costruito, come sempre devo dire, sul sito del Corriere della Sera, dove ha intervistato Rossen Dimitrov, Chief Operating Officer di Air Italy.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi