Aviation

Massimiliano Dona, associazioni consumatori, chiede ad Enac di sospendere…

Tempo di lettura 2 minuti

In un comunicato l’associazione dei cosumatori, presieduta da Massimo Donà:

“L’Enac ha precisato che i B-737 Max nella flotta italiana sono tre, in uso alla compagnia Air Italy e che il vettore aereo italiano opera in piena osservanza delle prescrizioni operative emesse dal costruttore Boeing ed approvate dall’ente americano Federal Aviation Administration.

‘La precisazione dell’Enac è del tutto inaccettabile ed inadeguata. Sospenda immediatamente, a titolo precauzionale, i voli dei B-737 Max, in attesa degli opportuni accertamenti, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione nazionale consumatori.

‘Se corrispondesse al vero che il software che corregge il profilo di volo non può essere disattivato dal pilota nemmeno in caso di anomalia, ci troveremmo di fronte ad una pericolosissima assurdità. D’altronde all’Enac dovrebbe bastare l’appello dell’Associazione nazionale piloti (Anp), di mettere a terra le macchine e fare i controlli necessari, per intervenire e sospendere i voli. Non si capisce cosa stia aspettando: una terza tragedia’, prosegue Dona.

‘Sia chiaro, comunque, che i consumatori hanno diritto di non volare sui B-737 Max e di scegliere tra il rimborso dell’intero costo del biglietto o la riprotezione, ossia l’imbarco su un velivolo alternativo’, conclude Dona“.

E’ giusto sottolineare che non è stato mai ipotizzato che il sistema MCAS  non possa essere disattivato dal pilota, e che non è possibile al momento escludere nessuna delle possibili cause, tra cui il malfunzionamento di tale sistema.

In una nota di Boeing successiva all’incidente del B737 Lion si era evidenziato come fosse possibile disattivare tale sistema, ma da indagini successive non del costruttore, si era invece delineato uno scenario differente, ovvero una non corretta formazione dei piloti, non è chiaro se per una mancanza di Boeing o delle compagnie aeree ai loro piloti.

Anche nell’ultima nota di Boeing diffusa ieri si legge: Il Manuale delle operazioni dell’equipaggio di volo (FCOM) 737 MAX della Boeing delinea già una procedura esistente per gestire in sicurezza l’improbabile evento di dati errati provenienti da un sensore di angolo di attacco (AOA). Il pilota sarà sempre in grado di ignorare la legge sul controllo del volo usando l’assetto elettrico o il trim manuale. Inoltre, può essere controllato attraverso l’uso della procedura esistente di stabilizzazione in fuga come rafforzato nel Bollettino delle operazioni manuali (OMB) pubblicato il 6 novembre 2018.” […] leggi tutto il comunicato 

Comunicato dell’ENAC

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017

Rispondi