Lufthansa

Scioperi per Lufthansa: impatto 350 milioni sugli utili

  • 1 mese fa
  • 2minuti

Su base preliminare, Lufthansa Group ha registrato una perdita EBIT rettificata di 849 milioni di euro nel primo trimestre del 2024 (anno precedente: perdita di 273 milioni di euro).

La perdita è stata superiore alle attese a causa di diversi scioperi, sia da parte di diversi gruppi di dipendenti all’interno del Gruppo, sia da parte dei dipendenti dei partner di sistema, che hanno impattato sugli utili per circa 350 milioni di euro.

Il free cash flow rettificato del Gruppo è stato positivo per 305 milioni di euro, principalmente grazie al perdurare di elevati afflussi derivanti dal pagamento anticipato dei biglietti.

Il Gruppo prevede che il risultato operativo nel secondo trimestre sarà inferiore a quello dell’anno precedente.

Si prevede che il risultato del secondo trimestre sarà influenzato negativamente da ulteriori circa 100 milioni di euro a causa degli effetti che le controversie salariali ora risolte, in particolare presso Lufthansa Airlines, hanno avuto sulla domanda a breve termine di prenotazioni di viaggi e sui conflitti in corso presso Austrian Airlines.

Inoltre, si prevede che l’aumento della capacità nel secondo trimestre sarà leggermente inferiore a quanto originariamente pianificato per sostenere i miglioramenti nella puntualità per i clienti e a causa dei ritardi nelle consegne di nuovi aeromobili.

Nel complesso, le prenotazioni incoming sono in linea con le aspettative iniziali, soprattutto per i mesi di chiusura estiva, confermando le previsioni del Gruppo per la seconda parte dell’anno. Nella seconda metà dell’anno il risultato dovrebbe essere superiore a quello dell’anno precedente.

Per l’intero anno è previsto un EBIT rettificato di circa 2,2 miliardi di euro (in precedenza: andamento stabile degli utili rispetto ai 2.682 milioni di euro dell’anno precedente). Il free cash flow rettificato dovrebbe essere pari ad almeno 1 miliardo di euro (in precedenza: almeno 1,5 miliardi di euro). Gli effetti ancora imprevedibili della recente escalation del conflitto in Medio Oriente e le ulteriori incertezze geopolitiche mettono a rischio le prospettive finanziarie del Gruppo per l’intero anno.

Il Gruppo fornirà ulteriori dettagli sulle prospettive finanziarie in occasione della pubblicazione dei risultati definitivi del primo trimestre, il 30 aprile.