Pratt & Whitney

Pratt & Whitney, aumenta produzione e prevede un minore…

  • 3 settimane fa
  • 2minuti

Pratt & Whitney ha annunciato di stare aumentando la produzione dei motori e parti di motore GTF, che oltre a soddisfare più velocemente la domanda per nuovi aerei, insieme ad una rete MRO migliorata, ridurrà l’impatto sulle revisioni e riparazioni sui motori PW1100G richiamati per un problema durante la loro produzione.

La sola Wizz Air ad esempio ha 40 aerei Airbus A321neo fermi a terra per la riparazione dei motori, che per richiede circa 3 mesi per ogni unità, Pratt & Whitney prevede che il numero di picco di aerei a terra a causa di problemi di produzione con motori turbofan a ingranaggi sarà inferiore a quanto previsto in precedenza poiché lo specialista della propulsione continua a lavorare sul problema.

Parlando con gli analisti su una chiamata agli utili per l’intero anno il 23 gennaio, Christopher Calio, direttore operativo della società madre di P&W RTX, ha detto che sebbene il processo di recupero fosse nelle sue fasi iniziali, si stanno facendo progressi. Mentre si attiene alle sue previsioni complessive di una media di 350 aerei a terra (AOG) ogni mese, Calio si aspetta “un livello di picco inferiore a quello previsto in precedenza”. Quel punto massimo probabilmente si verificherà ancora nel primo trimestre del 2024 “e poi tendenza al ribasso”.

P&W si aspetta che le grandi consegne di motori aumentino del 20% nel 2024 mentre Airbus aumenta la produzione di jet A320neo-familiy.

Calio afferma che il profilo più piatto di AOG è dovuto a ritardi nella finalizzazione di una direttiva di aeronavigabilità da parte della Federal Aviation Administration degli Stati Uniti, che si aspetta ora venga emessa “nel prossimo mese o giù di lì”.

P&W vede anche “solidi progressi” nell’aumento della produzione di nuovi compressori e dischi a turbina da inserire nella rete MRO, che è stata a sua volta migliorata per ridurre i tempi necessari per le riparazioni.

Tuttavia, ammette che alcune compagnie aeree “saranno più colpite di altre”. Di conseguenza, P&W sta “lavorando molto duramente per trovare una struttura di compensazione” che rifletta al meglio il livello di interruzione sperimentata.