easyJet

easyJet: la “bucket list” dei passeggeri italiani

  • 9 mesi fa
  • 8minuti

Il festival dell’omelette gigante in Francia, la chiesa decorata con ossa umane in Repubblica Ceca e l’avventura vichinga del sushi in Islanda sono tra le 25 esperienze culturali più eccentriche d’Europa secondo gli Italiani, in un sondaggio commissionato da easyJet.

Secondo la ricerca, l’86% dei viaggiatori italiani dichiara di essere alla ricerca di vacanze più avventurose ed esperienziali dopo la pandemia, Il 68% di loro, inoltre, dichiara di essere più impavido quando si tratta di viaggiare.

Il Festival dell’omelette gigante in Francia, la chiesa Sedlec fatta di ossa umane a Praga e una gita storica in barca attraverso i fiordi, mentre l’intero equipaggio pesca crostacei freschi e altri frutti di mare, sono state riconosciute dagli italiani come le migliori esperienze culturali da fare in Europa.

Ma anche una corsa in bob su una pista panoramica a Praga, un’esperienza da vero cowboy nel deserto di Tabernas in Spagna e un museo interamente dedicato all’attore David Hasselhoff in Germania sono risultati ai primi posti di una lista compilata da esperti di viaggi e poi classificata dai viaggiatori italiani.

Il nuovo sondaggio, condotto su 1.000 vacanzieri italiani da easyJet, ha rivelato una nuova “bucket list” di esperienze poco note e davvero imperdibili che si possono provare in tutto il continente, partendo dalla consapevolezza che ben l’86% dei viaggiatori italiani oggi dichiara di essere alla ricerca di vacanze più avventurose ed esperienziali.

Il Festival della frittata gigante nei pressi di Tolosa (Francia) è in cima al sondaggio. Si tratta di una celebrazione nata dalla leggenda secondo cui l’esercito di Napoleone avrebbe mangiato una frittata nel villaggio che l’ha ospitato. In quello stesso villaggio, ogni anno il lunedì di Pasqua si radunano folle di persone per assistere alla preparazione di una frittata gigante composta da 1.500 uova.

Al secondo posto si è classificato invece l’Ossario di Sedlec, vicino a Praga: monastero del XIII secolo decorato con oltre 40.000 ossa umane.

La top 25 delle eccentriche esperienza culturali votate dai vacanzieri italiani:

  1. Festival dell’omelette gigante (Bessières, Francia) – Una celebrazione pasquale con un’omelette grande abbastanza da sfamare 2.000 persone (55%).
  2. Ossario di Sedlec (Praga, Cechia) – Una chiesa di oltre 1000 anni, decorata con ossa umane (45%).
  3. Avventura vichinga del sushi (Stykkisholmur, Islanda) – Un viaggio storico in barca attraverso i fiordi, mentre l’equipaggio pesca crostacei freschi e altri frutti di mare, che verranno poi serviti ai passeggeri (41%).
  4. Pista per slittini Bob (Praga, Cechia) – Una pista da bob lunga 1 km che può essere percorsa tutto l’anno (39%).
  5. Tabernas Wild West (Almeria, Spagna) – Un autentico parco a tema western, utilizzato anche da Clint Eastwood e Sergio Leone per le ambientazioni dei loro film, dove vivere una vera esperienza da Far West (39%).
  6. Museo di David Hasselhoff (Berlino, Germania) – Un vero e proprio museo dedicato all’attore e alla sua storia d’amore con Berlino (36%).
  7. Rouketopolemos (Chios, Grecia) – Ogni anno, due chiese situate su lati opposti di un burrone organizzano una spettacolare battaglia con fuochi d’artificio: vince quella che riesce a colpire il campanile dell’avversaria (33%).
  8. Up Helly Aa (Shetland, Regno Unito) – Risalente all’epoca vittoriana, questa cittadina scozzese si trasforma in un luogo vichingo per una sola sera. I festeggiamenti includono una parata e il rogo cerimoniale di una nave attorno alla quale si balla (32%).
  9. Calcio Fiorentino (Firenze, Italia) – L’esperienza del calcio ai suoi albori: un mix di calcio, rugby e lotta libera nato a Firenze in Piazza Santa Croce (32%).
  10. Visitare Syros (Mykonos, Grecia) – In questo villaggio medievale che si affaccia sul Mar Egeo si respira tutto il patrimonio marinaro, l’autentico carattere greco e un centro storico di origine veneziana sulle colline, a patto di affrontare gli 870 gradini per raggiungerlo (30%).
  11. Campionati di chitarra invisibile (Rovaniemi, Finlandia) – Fondato nel 1996, con l’obiettivo di promuovere la pace nel mondo attraverso la musica, i partecipanti mettono alla prova le loro abilità con chitarre invisibili (29%).
  12. La città sottomarina di Heracleion (Alessandria d’Egitto) – Esperienza subaquuea nella città perduta di Heracleion, ora riesumata dalle profondità del Mar Rosso (27%).
  13. Coopers Hill Cheese Rolling (Gloucestershire, Regno Unito) – Una gara secolare nel Gloucestershire che vede i partecipanti correre con una forma di formaggio lungo una collina molto ripida (26%).
  14. La Raima (Pobla del Duc, Spagna) – Conosciuta anche come “La battaglia dell’uva”, si tratta di un combattimento di uva con 90 tonnellate di munizioni (26%).
  15. Goat Yoga (Amstelveen, Paesi Bassi) – Una lezione di yoga alternativa per trovare il proprio zen interiore circondati da capre (25%).
  16. Campionato di trasporto della moglie (Sonkajärvi, Finlandia) – Una gara annuale che vede gli uomini trasportare le loro mogli attraverso un estenuante percorso a ostacoli; il vincitore si guadagna il peso della moglie in birra (24%).
  17. Carnevale di Ivrea, Ivrea (Torino, Italia) – Una festa che comprende una tradizione di lancio di arance tra gruppi organizzati, nota come Battaglia delle Arance. (22%)
  18. Tschäggättä, Lötschental (Svizzera) – Queste figure mascherate e carnevalesche, le “Tschäggättä”, compaiono la notte tra la festa cattolica della Candelora e il “Gigiszischtag” spaventando chiunque sia ancora così audace da trovarsi in strada a quell’ora. (21%)
  19. Spiaggia di Gozo (Gozo, Malta) – L’isola sorella minore di Malta è ricca di luoghi di bellezza rustica, ma pochi sono così gratificanti come la piccola spiaggia di San Blas, un’insenatura appartata con sabbia fine e rossa e acque limpide (21%).
  20. Maratona del Castello del Medoc, Medoc (Bordeaux, Francia) – Un percorso di 26,2 miglia attraverso vigneti panoramici, dove è obbligatorio vestirsi in maschera e dove i partecipanti degustano 23 bicchieri di famosi vini durante il percorso. (20%)
  21. Olimpiadi del fango (Brunsbüttel, Germania) – I concorrenti delle Olimpiadi del fango possono aspettarsi partite di calcio, pallamano e lancio di stivali di gomma a lunga distanza, tutto rigorosamente nel fango. Questa tradizione ora legata a un festival musicale locale chiamato “Mudstock” (19%).
  22. Torri catalane, Tarragona (Barcellona, Spagna) – Questa pericolosa tradizione catalana vede gruppi di partecipanti che cercano di costruire la torre umana più alta possibile. (19%)
  23. Visita a Wadi-Al-Hitan (Egitto) – Stravagante per natura e bellissima per i suoi dintorni, la valle degli scheletri di balena chiamata Wadi-Al-Hitan è dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. (17%)
  24. Mercato delle cipolle di Berna, Zurigo (Svizzera) – Prevista il quarto lunedì di ogni novembre, Zwiebelmärit è una festa dedicata alle cipolle. (17%)
  25. Parco dei Mostri di Bomarzo, Lazio (Roma) – Non lontano da Viterbo si trova il Parco dei Mostri di Bomarzo, un luogo custodito da creature di pietra ricoperte di muschio dove miti e leggende sembrano prendere vita. (17%)

Chi vuole iniziare la propria lista di cose da fare iniziando da luoghi un po’ più vicino a casa, può provare a vivere l’esperienza del calcio ai suoi albori assistendo a una partita di Calcio Fiorentino, partecipare alla celebre Battaglia delle Arance in occasione del Carnevale di Ivrea, o ancora visitare il Parco dei Mostri di Bomarzo a Roma.

Lo studio ha anche rivelato che con l’avanzare dell’età è più forte il desiderio di fare nuove esperienze, con quasi la metà (48%) degli over 65 che dichiara che fare esperienze uniche nella vita sia la cosa più importante per loro in vacanza.

Quando si tratta di ciò che i viaggiatori cercano dai loro viaggi, anche la ricerca di relax risulta essere importante, come ha dichiarato quasi un terzo degli italiani (30%). Programmi dedicati ai viaggi e il passaparola tra amici, inoltre, risultano essere la principale fonte di ispirazione per la maggior parte dei viaggiatori (48%).

L’elenco, ricco di festival europei, celebrazioni uniche e tradizioni da far drizzare le orecchie, è stato determinato da una votazione pubblica. Gli italiani hanno scelto le esperienze che più vorrebbero aggiungere alla loro lista di cose da fare, da una prima lunga lista compilata da un gruppo di esperti tra cui: Lucy Hedges, presentatrice di viaggi, Cassam Looch, direttore creativo di Culture Trip, Katy McConagle, scrittrice di viaggi, ed Eleanor Ogilvie, responsabile del Network e della strategia negli aeroporti, esperta della compagnia sulle nuove destinazioni verso cui i clienti voleranno prossimamente.

Antonio Shabbir, Direttore Customer Experience di easyJet, ha commentato: “Guardiamo sempre alle nuove tendenze e a ciò che i clienti desiderano dai loro viaggi per espandere il nostro impareggiabile network a corto raggio così da volare verso i luoghi che la gente vuole visitare. Il nostro obiettivo è quello di rendere più facile per un maggior numero di persone sperimentare la gioia senza limiti del viaggio Speriamo che questo elenco sorprenda le persone e le ispiri a provare qualcosa o qualche posto nuovo. Che si tratti di esplorare altri luoghi amati o di visitare per la prima volta una nuova destinazione e le sue esperienze uniche, incoraggiamo gli aspiranti viaggiatori a mettersi in viaggio e a farlo!”.

La presentatrice del Travel Show Lucy Hedges ha consigliato il numero quattro della lista, il bob a Praga, come suggerimento per le attività in famiglia. Ha detto: “Situata fuori dai sentieri battuti a Prosek, questa pista di bob in acciaio inossidabile è fantastica sia per i bambini piccoli che per quelli grandi. Lunga oltre 1 km, consente di raggiungere velocità fino a 62 km/h. Se salite di notte, la speciale illuminazione della pista vi permetterà di ammirare lo spettacolare panorama notturno di Praga. Per chi è alla ricerca di un’esperienza gastronomica unica, Cassam Looch di Culture Trip ha consigliato un’avventura islandese di sushi vichingo, votata dagli italiani al numero 3 della Bucket list, in cui “i viaggiatori escono su una barca da pesca e mangiano ciò che le reti da traino portano”.