Lufthansa Group

Lufthansa: produzione SAF “Made in Germany”

  • 10 mesi fa
  • 4minuti

Il Gruppo Lufthansa e il Gruppo HCS hanno firmato una lettera di intenti (LoI) per collaborare alla produzione e fornitura di Sustainable Aviation Fuel (SAF). Dall’inizio del 2026, il Gruppo HCS potrebbe fornire al Gruppo Lufthansa SAF prodotto nella cosiddetta tecnologia Alcohol-to-Jet (AtJ).

Il SAF, ottenuto da residui biogeni provenienti dall’agricoltura e dalla silvicoltura, sarà prodotto nello stabilimento produttivo del Gruppo HCS a Spira, gestito da Haltermann Carless. SAF è un elemento chiave per un volo più sostenibile e quindi per la decarbonizzazione nel settore dell’aviazione.

Con il suo impegno nel Gruppo HCS, il Gruppo Lufthansa potrebbe supportare SAF ‘Made in Germany’, conforme alla direttiva europea sulle energie rinnovabili RED II.

Il sito di produzione è logisticamente situato vicino all’hub di Francoforte del Gruppo Lufthansa. Il Gruppo HCS offre soluzioni sostenibili di idrocarburi ai propri clienti. Con il volume di produzione iniziale previsto di 60.000 tonnellate di SAF all’anno, l’azienda chimica mira a diventare il primo produttore su larga scala di SAF biogeni in Germania.

La LoI con HCS Group sostiene l’obiettivo del Gruppo Lufthansa di portare avanti la ramp-up del mercato e l’uso di Sustainable Aviation Fuels come elemento centrale della sua strategia di sostenibilità. Oggi, il Gruppo Lufthansa è uno dei cinque maggiori clienti SAF in tutto il mondo e sta investendo fino a 250 milioni di dollari nell’approvvigionamento di SAF per i prossimi anni. Inoltre, il Gruppo Lufthansa sta lavorando su numerosi progetti in tutto il mondo per aumentare la disponibilità di SAF e sta continuamente esaminando ulteriori opzioni per accordi di acquisto a lungo termine.

Sustainable Aviation Fuel (SAF)

Sustainable Aviation Fuel (SAF) è il termine generico per tutti i carburanti per l’aviazione prodotti senza l’uso di materie prime fossili come il petrolio greggio e che soddisfano anche criteri di sostenibilità. Esistono vari processi per la produzione di SAF, sia con materie prime biogeniche che non biogeniche.

L’attuale SAF è prodotto principalmente da materiali residui biogeni come l’olio da cucina usato. Come cosiddetta soluzione “drop-in”, viene miscelato con cherosene convenzionale prima di essere trasportato all’aeroporto. Il tasso massimo di miscelazione di SAF consentito dalle specifiche del carburante è attualmente del 50%.

Nella sua forma pura, SAF da residui biogeni può ridurre CO2 fino all’80% rispetto al cherosene convenzionale. Il Gruppo Lufthansa è stato coinvolto nella ricerca SAF per molti anni, ha costruito una vasta rete di partner e sta portando avanti l’introduzione di carburanti sostenibili per l’aviazione di prossima generazione in particolare. Particolare attenzione è posta sui SAF basati su materiali di scarto, energia elettrica rinnovabile (Power-to-Liquid, PtL) e sulla ricerca sull’uso diretto della luce solare per la sintesi del combustibile (Sun-to-Liquid, StL).

Lufthansa Group persegue ambiziosi obiettivi di sostenibilità

Il Gruppo Lufthansa si è posto ambiziosi obiettivi di protezione del clima e mira a raggiungere un CO neutrale2 saldo entro il 2050. Già entro il 2030, il Gruppo Lufthansa vuole dimezzare il suo CO netto2 rispetto al 2019 attraverso misure di riduzione e compensazione.

L’obiettivo di riduzione per il 2030 è stato convalidato dall’iniziativa indipendente Science Based Targets (SBTi) nell’agosto 2022. Il Gruppo Lufthansa è stato il primo gruppo di compagnie aeree in Europa con un CO basato sulla scienza2 obiettivo di riduzione in linea con gli obiettivi dell’accordo di Parigi sul clima del 2015.

Per un’efficace protezione del clima, il Gruppo Lufthansa si sta concentrando in particolare sulla modernizzazione accelerata della flotta, sull’uso di SAF, sulla continua ottimizzazione delle operazioni di volo e offre ai suoi viaggiatori privati e clienti aziendali di rendere più sostenibile un volo o il trasporto di merci. Inoltre, il Gruppo Lufthansa sostiene attivamente la ricerca globale sul clima e sul clima da molti anni.