Iberia

Iberia ridurrà fino a 200.000 chili plastica nel 2023

  • 10 mesi fa
  • 4minuti

In occasione della Giornata Mondiale del Riciclaggio, Iberia fa il punto sul suo progetto Zero Rifiuti in Cabina e sulla sua iniziativa per ridurre la plastica monouso sui suoi voli.

Entrambi fanno parte del suo obiettivo di offrire ai clienti un’esperienza di viaggio più sostenibile, che è anche uno dei pilastri su cui sta sviluppando la sua strategia di sostenibilità.  

200 tonnellate di plastica in meno all’anno

Nello specifico, nel 2023 Iberia stima che la riduzione della plastica a bordo raggiungerà le 200 tonnellate grazie a tutte queste iniziative che sono già state avviate:

  • Sostituzione di posate, palette e cannucce di plastica con altre realizzate con materiali più ecologici come bambù o carta.
  • Fascia di cartone al posto del sacchetto di plastica per avvolgere le coperte di lino ei piumini a bordo
  • Eliminazione degli involucri di plastica delle cuffie, del kit per bambini e di alcuni articoli presenti nei beauty case
  • Utilizzo di sacchetti di plastica più sottili per la raccolta della biancheria (coperte, piumini e cuscini) durante le attività di pulizia degli aeromobili

Inoltre, durante quest’anno i bicchieri di plastica e alcuni involucri per alimenti saranno sostituiti da alternative più sostenibili.

Un milione di lattine e 200.000 contenitori di plastica in meno nella Premium Lounge

Questa riduzione della plastica a bordo degli aerei Iberia è stata integrata da un’azione simile a terra. Nelle Premium Lounge dell’aeroporto Adolfo Suárez Madrid-Barajas, lattine e contenitori di plastica sono stati eliminati e sostituiti da vetro a rendere. Inoltre, per alcuni prodotti, ai fornitori è stato chiesto di dare la priorità all’ingrosso piuttosto che al singolo. Grazie a questa misura, i rifiuti sono stati ridotti di quasi un milione di lattine e 200.000 contenitori di plastica all’anno.

Riciclaggio di 62 tonnellate di vetro

Oltre alla progressiva eliminazione della plastica a bordo, Iberia continua a portare avanti il ​​progetto di gestione dei rifiuti generati a bordo, Zero Cabin Waste e, nel 2022, è riuscita a riciclare il 43 percento dei rifiuti di cabina, che avranno una nuova vita .

All’interno del programma Zero Cabin Waste, lo scorso anno Iberia ha inserito la raccolta differenziata del vetro generato a bordo, che ha permesso di gestire e riciclare 62 tonnellate di questo materiale presso le strutture del fornitore di catering a Madrid.

Il progetto Zero Cabin Waste per la gestione dei rifiuti generati a bordo è stato implementato sugli aeromobili Iberia dal 2018 in collaborazione con Ecoembes, Ferrovial Servicios ed ESCI-UPF, tra gli altri, e opera su tutte le rotte Iberia dal 2019.

Per realizzarlo l’intero parco macchine aziendale dispone di carrelli compartimentati che consentono la separazione di contenitori in plastica, lattine e brik, contenitori in carta e cartone e vetro dal resto dei rifiuti. In questo modo, i rifiuti già differenziati sui voli vengono ricevuti separatamente presso le strutture dell’aeroporto Barajas-Adolfo Suárez di Madrid e successivamente rimossi dal gestore dei rifiuti, classificati per materiali e riciclati presso le rispettive strutture.

Produzione e consumo responsabili

Tutte queste iniziative fanno parte dell’impegno di Iberia verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite; in particolare al rispetto dell’SDG 12 “Produzione e consumo responsabili”.

Inoltre, in termini di sostenibilità ambientale, Iberia ha sviluppato diverse azioni mirate all’SDG 13 “Climate Action” a cui contribuisce con progetti che riducono il consumo di carburante e le emissioni. Alcuni esempi di ciò sono il rinnovo della flotta con aeromobili tra il 15 e il 25 percento più efficienti rispetto agli aeromobili che sostituiscono; la sostituzione della stampa cartacea e delle riviste con formati digitali, che ha permesso di ridurre il peso e le emissioni di CO2 di 615 tonnellate all’anno; o nuovi strumenti per il lavoro del personale tecnico e di cabina che riducono, tra gli altri, l’uso della carta a bordo e il peso dei voli.