British Airways

O’Leary scettico per la nuova LCC di British Airways

Tempo di lettura < 1 minuto

La scorsa settimana si è saputo che British Airways sta dialogando con i sindacati per basare a Gatwick una nuova low cost del gruppo IAG.

Michael O’Leary, CEO di Ryanair Group, esprime le sue perplessità sul nuovo LCC, in particolare per l’aeroporto scelto da BA.

Michael ieri a Bruxelles per l’annuncio delle nuove rotte invernali dal Belgio, durante la conferenza stampa ha parlato anche di questo ed ha commentato: “Se dovessi aprire una compagnia low cost, l’unico aeroporto di Londra in cui non andresti sarebbe Gatwick, se hai intenzione di aprire un vettore a basso costo, andresti a Stansted o Luton o Southend, che ha molte strutture economiche, a basso costo e sottoutilizzate“, Gatwick ha aggiunto è “il secondo aeroporto più costoso di Londra“.

Meglio vendere gli slot di Gatwick a Wizz Air, che sarebbe pronta ad una grande espansione a Gatwick o a easyJet, ha detto O’Leary.

Michael si sa, è in Europa il maggiore esperto di aviazione e di LCC, ogni sua idea e dichiarazione deve far riflettere, però è anche vero che British Airways ha investito molto a LGW negli ultimi anni, i rapporti con l’aeroporto sono buoni, un intero terminal, il south era occupato prima della pandemia quasi dai soli voli BA, un nuovo vettore, con una base di costo uguale o inferiore a quella di easyJet, non vedo perché a Gatwick non possa funzionare.

E’ vero però quanto dice Michael, che a Londra, ci sono due aeroporti molto meno costosi di Gatwick, ma il modello ultra LCC di Ryanair come quello di Wizz Air non è l’obbiettivo di British Airways.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017