United Airlines

United: mega ordine da 270 aerei Airbus e Boeing

Tempo di lettura 2 minuti

United Airlines ha confermato oggi ordini per 270 nuovi aeromobili Airbus e Boeing, il più grande ordine nella storia della compagnia aerea e il più grande da un singolo vettore in questi ultimi 10 anni.

United Next” include: 200 Boeing 737 MAX e 70 Airbus A321neo, nonché piani per il retrofit del 100% della flotta già operativa.

Il piano “United Next” avrà un effetto di trasformazione sull’esperienza del cliente e si prevede che aumenterà il numero totale di posti disponibili nelle rotte domestiche di quasi il 30% e ridurrà significativamente le emissioni di carbonio per posto.

In combinazione con l’attuale portafoglio ordini, United prevede di introdurre più di 500 nuovi velivoli a singolo corridoio: 40 nel 2022, 138 nel 2023 e fino a 350 nel 2024 e oltre.

Nel dettaglio United ha ordinato: 50 737 MAX 8, 150 737 MAX 10 e 70 A321neo. La compagnia aerea prevede di far volare il primo 737 MAX 8 con gli interni firmati quest’estate e di iniziare a far volare il 737 MAX 10 e l’Airbus A321neo all’inizio del 2023.

Questo ordine aumenterà anche in modo significativo il numero totale di partenze giornaliere nelle rotte rpincipali di United e i posti disponibili sulla rete nordamericana della compagnia aerea, nonché il numero di posti premium, sia United First SM che Economy Plus®

La nostra visione di United Next rivoluzionerà l’esperienza di volo United mentre acceleriamo la nostra attività per incontrare una rinascita dei viaggi aerei“, ha affermato il CEO di United Scott Kirby . “Aggiungendo e aggiornando così rapidamente tanti velivoli con i nostri nuovi interni esclusivi, combineremo un servizio cordiale e disponibile con la migliore esperienza nel cielo, in tutta la nostra principale rete globale. Allo stesso tempo, questa mossa sottolinea il ruolo fondamentale United gioca nell’alimentare la più ampia economia statunitense: prevediamo che l’aggiunta di questi nuovi aeromobili avrà un impatto economico significativo sulle comunità che serviamo in termini di creazione di posti di lavoro, spesa dei viaggiatori e commercio”.

United prevede di creare circa 25.000 posti di lavoro con l’arrivo dei nuovi aeromobili e, sulla base di uno studio della Federal Aviation Administration, la compagnia aerea prevede di generare oltre 30 miliardi di dollari di spesa per i viaggiatori quando vola con United e di contribuire con circa 50 miliardi di dollari all’anno all’economia degli Stati Uniti entro il 2026.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017