Alitalia

Cosa ci sarà di nuovo in ITA?

Tempo di lettura < 1 minuto

Prendo spunto da un intervista rilasciata oggi alla Repubblica da Eddie Wilson CEO di Ryanair, che commenta: “ho l’impressione che non ci sia nulla di nuovo, ITA sarà solo l’estensione di Alitalia…”.

Un impressione che penso sia comune a tutti noi che in questi anni ne abbiamo visti di piani, venduti come “di rilancio”, ma in realtà sono stati sempre dei fallimenti, ora cosa c’è di nuovo rispetto al passato?

Le intenzioni sono buone, impossibile negarlo, anche se è evidente che dovremo attendere i fatti, il piano industriale che conosciamo, sono solo dei punti, senza alcun dettaglio, che quindi non ci danno modo di dare un giudizio complessivo, ma soprattutto realistico, ma le impressioni non sono buone.

Ryanair è intenzionata a fare ricorso contro i nuovi fondi messi a disposizione di ITA dal governo italiano, lo conferma il CEO di Ryanair: “Non appena questi soldi saranno iniettati nella newco faremo i (dovuti) provvedimenti“, ha detto Eddie Wilson, che continua, “aspettiamo di vedere, ma è chiaro che si tratta di aiuti illegali e difenderemo i nostri interessi facendo ricorso contro questo ennesimo prestito. Ho l’impressione che non ci sia nulla di nuovo, ITA sarà solo l’estensione di Alitalia… con gli stessi problemi visti per decenni, soldi che vengono drenati da risorse pubbliche in una compagnia aerea che oggi, come ieri, perderà soldi“.

La scorsa settimana, il governo italiano sembra aver raggiunto con la Commissione Europea un accordo di massima, i punti di questo accordo dovranno essere rispettati nel piano di ITA per garantire la “discontinuità economica” da Alitalia, ora rimane da vedere come queste intenzioni si trasformeranno in fatti e quindi “se” in un piano e “se” questo piano sarà “credibile”, economicamente sostenibile e di successo.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017