Airbus Helicopters

Il primo elisoccorso a volare con carburante sostenibile

Un elicottero di soccorso Airbus ha volato per la prima volta con carburante per aviazione sostenibile (SAF), raggiungendo un nuovo traguardo nell’aviazione internazionale.

Non solo gli aeromobili Airbus possono volare con carburante sostenibile riducendo la loro impronta di carbonio, anche gli elicotteri di Airbus Helicopters.

Gestito dall’organizzazione no-profit tedesca ADAC Luftrettung, l’elicottero di soccorso Airbus H145 e’ stato rifornito con SAF, presso la stazione di soccorso aereo della clinica Harlaching di Monaco, alla presenza del consiglio di amministrazione della Fondazione ADAC , così come gli amministratori delegati e il top management di ADAC Luftrettung, il produttore di motori Safran Helicopter Engines, Airbus Helicopters e TotalEnergies.

Insieme saranno una forza trainante nella decarbonizzazione del volo in elicottero sviluppando alternative ai carburanti per aviazione convenzionali.

Emissione CO2 ridotte del 90%

L’H145 utilizzava un biocarburante di seconda generazione – il SAF preferito dall’industria aeronautica – che riduce le emissioni di CO2 fino al 90% rispetto al suo equivalente fossile, perché è prodotto da materiali residui e di scarto dell’economia circolare come la cucina usata oli e grassi. Di conseguenza, il carburante non ha alcun impatto sulla produzione agroalimentare.

Il carburante utilizzato per il primo volo in elicottero di salvataggio a Monaco di Baviera è stato prodotto da TotalEnergies nel suo stabilimento in Francia da olio da cucina usato, senza utilizzare olio vegetale vergine. Con questo SAF, la flotta dell’ADAC Luftrettung potrebbe ottenere una riduzione del 33% delle emissioni di CO2, che, con più di 50.000 missioni di soccorso e più di 3,3 milioni di chilometri percorsi all’anno, equivale a una riduzione di circa 6.000 tonnellate di CO2.

ADAC Luftrettung e il produttore di motori Safran Helicopter Engines condividono la stessa ambizione di contribuire allo sviluppo di carburante per aviazione sostenibile.

A tal fine stanno lanciando un progetto con un elicottero di soccorso ADAC a Colonia. Il progetto studierà tutti gli aspetti dell’utilizzo dei biocarburanti sull’H145, con una campagna operativa che inizierà già nell’estate 2021.

Dopo la prima del biocarburante, gli amministratori delegati di ADAC Luftrettung e Safran Helicopter Engines, Frédéric Bruder e Franck Saudo, hanno firmato un accordo a lungo termine su SAF, che prevede di aumentare il rapporto di miscelazione del biocarburante fino al 100% nei prossimi anni e successivamente promuovendo anche l’uso dell’e-fuel sintetico, noto anche come Power-to-Liquid (PTL), un’altra alternativa drop-in ai combustibili fossili. PTL si riferisce alla generazione di combustibili liquidi prodotti utilizzando energia elettrica da fonti rinnovabili, che, insieme all’uso di biocarburanti, consentirà all’aviazione di avvicinarsi all’aviazione a impatto climatico zero.

Il biocarburante è attualmente certificato e approvato per l’uso aereo in una miscela massima del 50 percento con cherosene convenzionale del tipo JET-A1. L’elicottero di soccorso dell’ADAC è stato pilotato con una miscela del 40%.

Franck Saudo, CEO di Safran Helicopter Engines, afferma: “Safran sta guidando gli sforzi dell’industria dei motori per ridurre le emissioni di anidride carbonica degli elicotteri. Insieme a questo storico primo volo, abbiamo firmato un accordo con ADAC Luftrettung per espandere l’uso di SAF nei loro elicotteri Safran. flotta. Tutti i motori Safran sono certificati per funzionare con carburante sostenibile fino al 50%, incluso il biocarburante. Il nostro obiettivo è raggiungere il 100%”.

Bruno Even, CEO di Airbus Helicopters, afferma: “Fare pionieri nell’aerospazio sostenibile è una chiara ambizione per Airbus e consentire l’uso di carburante per aviazione sostenibile è una pietra miliare importante per il nostro settore. L’evento di oggi è il primo passo per rafforzare l’ambizione di Airbus Helicopters di avere la gamma di prodotti con le più basse emissioni di CO2 al mondo”.

Christian Cabrol, amministratore delegato di TOTAL Deutschland GmbH, aggiunge: “TotalEnergies si è posta l’obiettivo di arrivare a zero emissioni nette insieme alla società entro il 2050. Sviluppando i biocarburanti, stiamo aiutando i nostri clienti dell’industria aeronautica a ridurre l’intensità di carbonio dei prodotti energetici utilizzano. Il nostro carburante sostenibile per l’aviazione può essere utilizzato senza alcuna modifica all’infrastruttura logistica per lo stoccaggio e la distribuzione e quindi anche direttamente su aerei ed elicotteri. Lo stiamo sperimentando nella pratica oggi. Lo scorso marzo abbiamo avviato con successo la produzione di carburanti per l’aviazione sostenibili in Francia, che è già stato utilizzato per un volo a lungo raggio tra Parigi e Montreal due settimane fa e presto lo metteremo a disposizione dei nostri clienti tedeschi”.

Luca Gorrasi
Nato a Mestre, dove vivo tutt’ora, laureato in informatica, IT e WEB specialist, ho unito la mia passione per il settore #aviation e il web, fondando questo blog nel 2017